ASCOLI PICENO – Abbiamo intervistato Matteo Mattei, vicepresidente dell’associazione ascolana Ascoli da Vivere che si occupa di eventi e cultura nel capoluogo piceno.

Che cosa è Ascoli da Vivere?

Ѐ sia un portale internet che un’associazione culturale nati per creare un luogo d’incontro per tutte quelle persone che hanno Ascoli nel cuore e sentono l’esigenza di condividere con gli altri questo sentimento.

Come e quando nasce?

Nasce nel 2006 dall’impegno di un gruppo di ragazzi, che tra mille difficoltà e interminabili ore passate davanti al pc, hanno creato questo sito che altro non è che un contenitore virtuale, dove si può trovare tutto quello che la nostra città ci offre. Nel 2008 invece è nata l’associazione culturale che offre il suo contributo nella difficile lotta al degrado cittadino.

A quale scopo?

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo d’incontro per chi sente la necessità di vivere Ascoli in maniera attiva e propositiva, su Ascoli da Vivere puoi trovare la data di un evento, di un concerto, conoscere in quale cinema danno il film che hai deciso di vedere, puoi trovarci un ristorante dove organizzare una cena con gli amici o un pub dove puoi andare a bere una birra. Su Ascoli da Vivere puoi anche riscoprire e ricostruire quel legame col passato fondamentale per conoscere le proprie tradizioni popolari e comprendere quindi la nostra storia ed il nostro essere Ascolani.

Da chi è costituita?

Siamo un gruppo di ragazzi di età diverse uniti nell’amore per la nostra città e chiunque voglia aggiungersi al gruppo è il benvenuto.

Offre un servizio gratuito?

Certamente. Il nostro portale raccoglie gratuitamente le segnalazioni di tutti i commercianti, esercenti e imprenditori che operano nella nostra città mentre l’associazione è senza scopo di lucro e opera del tutto in maniera volontaria, con l’unico intento di dare il nostro piccolissimo contributo al miglioramento della città di Ascoli.

Attraverso quali mezzi opera?

Internet è il nostro canale principale anche se spesso utilizziamo tutti i canali d’informazione locali e tradizionali quali stampa, radio e l’immancabile passaparola.

A chi si rivolge?

Agli ascolani e non, per chi la abita e per chi ora è lontano, per chi la ama e per far ricredere chi invece non la ama più.

Quanti sono gli utenti registrati?

Il nostro portale ha una media di circa 500 utenti visitatori al giorno con punte oltre mille nei periodi di carnevale, quintana o feste importanti dove offriamo servizi fotografici o webcam online agli eventi. Gli utenti registrati alla newsletter d’informazione settimanale ad oggi sono circa 400 mentre gli iscritti al Forum dove scambiare idee e riflessioni sono quasi 600. L’associazione invece conta circa 120 iscritti ed è sempre in cerca di nuovi associati per sostenere il nostro impegno per una Ascoli migliore.

Qual è il vostro giudizio sulla vita culturale di Ascoli?

Non è assolutamente vero che ad Ascoli non c’è niente di interessante come invece affermano in molti; soprattutto negli ultimi anni qualcosa è cambiato e le proposte culturali offerte iniziano ad essere diverse e qualitativamente valide. Logicamente c’è sempre da migliorare e perfezionare.

Avete dei suggerimenti su come migliorare la situazione?

L’unico suggerimento potrebbe essere quello di ascoltare e confrontarsi sempre con esperti del settore, associazioni cittadine e appassionati per creare quel giusto mix che renda un’iniziativa perfetta.

Qual è il vostro giudizio sull’apporto dell’assessorato alla Cultura?

Negli ultimi anni assistiamo felicemente ad una graduale apertura verso collaborazioni con le varie associazioni cittadine.

Da Ascoli si sono affermati a livello nazionale e anche internazionale alcuni musicisti come Saturnino, bassista storico di Jovanotti, e il pianista Giovanni Allevi. Secondo voi è difficile affermarsi dalla provincia?

Purtroppo non è facile per mancanza di strutture adeguate e sono pochi i festival locali che mettono in vetrina i nostri talenti ascolani. Però se una persona ci crede, ed impegnandosi ha il coraggio di inseguire il proprio sogno i risultati arriveranno sempre come sono arrivati per Allevi, Saturnino e diversi altri ascolani di fama nazionale.

(Letto 463 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 463 volte, 1 oggi)