ASCOLI PICENO -Il presidente della Provincia Piero Celani ha annunciato, nel corso di una conferenza stampa, che il tratto di strada della Mezzina interdetto al traffico per lavori di ammodernamento riaprirà nella giornata di sabato 19 febbraio e rimarrà aperto, pur con delle limitazioni, fino al mese di Luglio.

Poi ci saranno delle ulteriori temporanee interruzioni durante l’estate. “Attualmente i giorni di chiusura sono 90 in meno di quelli inizialmente indicati. Pensiamo quindi che questi alla fine saranno inferiori o, nella peggiore delle ipotesi, gli stessi che avevamo previsto” – afferma Celani.

Il presidente della Provincia non ha mancato di replicare all’onorevole Agostini, che ha da poco annunciato che presenterà al Ministero delle Infrastrutture un’interrogazione sulla situazione dei lavori. “Poteva chiedere direttamente a me, – dice –  anzichè rivolgersi al Parlamento, dato che questi poi chiederà al sottoscritto di dare risposta. E io sono ben lieto di darla perchè così si saprà di chi è la colpa dei ritardi”.

“Ma l’onorevole dimentica o fa finta di dimenticare  – domanda Celani – che il terzo lotto doveva essere appaltato entro il 2009 e quando mi sono insediato in Provincia non era stata redatta nemmeno la variante urbanistica relativa alle modifiche di tracciato richieste dal Comune di Offida?”.

“Tra l’altro, – spiega – noi abbiamo ereditato il progetto dall’amministrazione precedente, e abbiamo potuto apportare soltanto dei miglioramenti, cercando di limitare il più possibile il disagio per gli automobilisti. Sulle proroghe, vorrei far notare che queste non possono essere previste, o annunciate, con troppo anticipo. Noi infatti proviamo a procedere fin quando è possibile, poi se intervengono situazioni meteo o altri fattori siamo contretti a rinviare”.

E aggiunge: “Perchè invece di polemizzare non si fa un’azione unitaria per chiedere alla Regione l’erogazione di ulteriori fondi Fas, che sarebbero indispensabili per la realizzazione del quarto lotto e per la bretella di San Benedetto?”.

Ma veniamo al dettaglio della situazione per quello che riguarda la riapertura della strada. Sabato verrà riaperto al traffico il primo lotto, quello che va dal chilomtreo 1+850 al chilometro 6+010 e costato 10,580 milioni. La riapertura è prevista fino a luglio, poi verrà di nuovo temporaneamente chiuso durante l’estate, con la consegna definitiva dei lavori prevista per settembre. Nel frattempo la strada verrà riaperta in entrambi i sensi di marcia, ma in alcuni tratti la carreggiata sarà ridotta nella larghezza, con segnaletica gialla e limite di velocità fissato a 40Km/h. Il secondo lotto (circonvallazione di Offida) è l’unico attualmente già completato, ed è costato 2,5 milioni. Il terzo lotto è invece quello che va dal chilometro 6+010 alla Fornace. La spesa, già ammessa a finanziamento, è di 10,025 milioni. Per i lavori è già stato redatto un progetto preliminare ed entro il mese di marzo verrà convocata la conferenza dei servizi per il progetto definitivo.

(Letto 448 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 448 volte, 1 oggi)