ASCOLI PICENO – Ha depositato istanza di archiviazione del fascicolo relativo alla scomparsa di Rossella Goffo, la funzionaria della Prefettura di Ancona cui probabilmente appartengono  le ossa rinvenute il 5 gennaio scorso a  Colle San Marco, Alvaro Binni, l’unico indagato con l’accusa di omicidio premeditato e occultamento di cadavere.

Una mossa a sorpresa, dato che ancora non sono stati depositati i risultati degli esami del Dna che devono confermare l’appartenenza alla donna dei resti del cadavere.

Binni, difeso dall’avvocato Agostini, si è sempre dichiarato innocente, e chiede che le indagini degli inquirenti vengano rivolte altrove. Al momento contro Binni ci sarebbero diversi indizi, non prove. L’uomo,  indagato a piede libero, è un poliziotto della Questura di Ascoli ma nel frattempo sta prestando servizio a Teramo.

In settimana dovrebbero essere noti i risultati degli accertamenti medico-legali, o comunque entro i quaranta giorni inzialmente disposti dalla magistratura.

(Letto 101 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 101 volte, 1 oggi)