ASCOLI PICENO – “Parcheggio mostro” lo definisce il consigliere comunale del partito democratico di Ascoli  Valentina Bellini  quello che il sindaco Castelli sta facendo realizzare ai piedi del parco dell’annunziata, dietro il Tribunale.

Ma soprattutto si  parla di “scempio nello scempio”, riferendosi all’impatto che i lavori hanno avuto per realizzarlo: ” due giorni fa – scrive in una nota –  è stato abbattuto un grande albero vicino alla strada appena costruita per arrivare ai parcheggi che -ma guarda la sorte come è favorevole all’amministrazione!- purtroppo era ammalata e dunque per il suo bene andava abbattuta; ne prendiamo atto, sperando che la stessa faccia almeno parte del novero dei 5 platani, 4 cipressi 3 aceri e 1 platano da abbattere come da progetto per la realizzazione a minimo impatto ambientale  degli utilissimi parcheggi sopra il Tribunale”.

Pare anche che soltanto una azione di presidio di alcuni cittaadini abbia evitato l’abbattimento di un altro albero, così come previsto dall’ordinanza numero 70 di chiusura al traffico dei giorni scorsi. “Posti macchina a vantaggio della Saba e a discapito del verde cittadino”- afferma  Valentina Bellini, che teme anche che con la scusa delle malattie, altre piante in quella zona verranno abbattute per dare ulteriori spazi alla multinazionale dei parcheggi.

“E a proposito di Saba, -spiega ancora la Bellini -la  ciliegina sulla torta: la ditta appaltatrice dei lavori dovrà pagare alla multinazionale (dunque con i soldi dell’amministrazione!) il corrispettivo dei parcheggi non riscossi nei giorni di interdizione al traffico di Via della Rimembranza: insomma, danno su danno. E’ stata sventrata una collina nel centro della città per  trasformare il nostro meraviglioso centro storico in un parcheggio Saba a cielo aperto, e in più dobbiamo pagarci sopra per gli introiti persi in due giorni di mancato parcheggio”.

“Ci rivolgiamo ai tanti cittadini che hanno votato con fiducia  questa amministrazione invitandoli a fare una passeggiata dietro il tribunale,  – conclude il consigliere del Pd – e a riconsiderare le motivazioni che li hanno condotti a votare questa maggioranza. E’stata una  fiducia ripagata?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 315 volte, 1 oggi)