ASCOLI PICENO – Due giornate di gare, sette squadre in campo e quasi cento tra atleti e accompagnatori animeranno il fine settimana al PalaGalosi di Monterocco per la prima giornata del campionato di serie C di torball. In campo si sfideranno Ascoli, Napoli, Campobasso, Foggia, Agrigento, Teramo e Latina con incontri che prenderanno il via sabato alle ore 15 e proseguiranno domenica mattina alle ore 8.30. La prima giornata del campionato italiano di torball è stata presentata questa mattina nella Sala Massy del Palazzo dei Capitani. Presenti, l’assessore comunale allo sport Massimiliano Brugni, l’assessore provinciale Filippo Olivieri, il presidente del Coni, Aldo Sabatucci, la presidente della Fondazione Simona Orlini, Elisabetta Alessandrini Orlini, il presidente dell’Unione Italiana Ciechi Adoriano Corradetti, il presidente della Polisportiva Picena Non Vedenti, Andrea Rossi e il tecnico Giovanni Palumbieri.
“Per il terzo anno – ha dichiarato l’assessore Brugni – la città di Ascoli ospiterà il campionato italiano di torball avendo battuto la concorrenza di metropoli come Napoli, Foggia e Agrigento. E’ quindi un premio al lavoro svolto negli anni scorsi sia in termini di ospitalità che di servizi. D’altronde questa amministrazione comunale sta spendendo molte energie e finanze per essere al fianco dei disabili sia per i non vedenti, sia nel basket in carrozzina, ma anche nel calcio, nel tiro con l’arco e nella pesca sportiva. L’augurio ai ragazzi del torball è che quest’anno si conquisti la serie B dopo che lo scorso anno l’obiettivo è sfuggito per un solo punto”.
“La Picena Non Vedenti – ha dichiarato il presidente della Polisportiva Andrea Rossi – è composta da atleti con minorazione visiva, da due anni partecipa al Campionato Nazionale di serie “C” del gioco del Torball, organizzato dal Comitato Italiano Paraolimpico. Dopo l’amara delusione della scorsa stagione per la mancata promozione nel campionato nazionale di serie B, la Polisportiva “Picena non Vedenti” si affaccia nel nuovo anno con pochi dubbi e molte certezze in più, ma soprattutto con la consapevolezza di essere un gruppo forte, coeso e giovane, con ampi margini di miglioramento, già palesati nella scorsa stagione sportiva”.
“Inoltre, nonostante l’egregio quarto posto dello scorso anno, in un ostico campionato ad undici squadre, che però non ha consentito di accedere alla serie cadetta, alcuni atleti della Picena hanno potuto conquistare delle indimenticabili vittorie personali; difatti dopo l’inserimento nella lista degli atleti d’interesse nazionale del giovane Carlo Malloni, per la disciplina del torball, lo ha seguito l’ascolano di pari età Davide Valacchi, entrato a far parte, proprio a dicembre della nazionale italiana di goalball, in lizza per le qualificazioni alle paraolimpiadi di Londra 2012“.
“Il tutto – ha dichiarato il tecnico Giovanni Palumbieri – senza dimenticare proprio il nostro presidente Andrea Rossi, che, sempre nella scorsa stagione, ha vinto il titolo di Campione d’Italia con l’A.S. Adriatica Fano, squadra nella quale era in prestito per la disciplina calcio a 5 B2/B3. Dunque un bilancio positivo se si considerano questi successi, e se vi si aggiunge la visibilità ottenuta dalla Polisportiva a livello Nazionale da sei mesi a questa parte, ossia da quando sono stato nominato delegato regionale per le Marche della ‘neonata’ federazione, ha permesso la candidatura della compagine ascolana come squadra organizzatrice di diverse manifestazioni”.

(Letto 307 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 307 volte, 1 oggi)