ASCOLI PICENO – Un fondo comunale di centomila euro, destinato a finanziare contributi ed agevolazioni fiscali e tariffarie per i lavoratori licenziati, per quelli collocati in cassa integrazione e per quelli in mobilità.

Il sindaco Guido Castelli si è impegnato a stanziare l’apposito capitolo nel bilancio del Comune, firmando un protocollo di intesa con Cgil, Cisl e Uil relativo al Welfare in prospettiva del Bilancio preventivo 2011 dell’Arengo.

Una parte del fondo in questione potrà essere destinato a integrare il fondo regionale di sostegno agli affitti oppure il fondo a favore delle famiglie in condizioni di disagio.
Il Comune inoltre si impegna a concertare con la Provincia dei percorsi di aggiornamento professionale per facilitare il reinserimento nel mondo del lavoro a chi il lavoro lo ha perso o lo sta perdendo.
Altro impegno su questo tema contenuto nel protocollo: “Si cercheranno, in fase di assestamento di bilancio, e se la situazione occupazionale lo dovesse richiedere, ulteriori risorse per contributi o agevolazioni fiscali e tariffarie ai lavoratori licenziati, o collocati in cassa integrazione o in mobilità”.

Sul fronte dell’accesso ai servizi comunali, il protocollo sancisce l’impegno a utilizzare, anzichè la dichiarazione Isee standard, delle modalità alternative per fare riferimento al reddito realmente percepito da coloro che hanno appena subito l’entrata in cassa integrazione, in mobilità, o che hanno subito un improvviso calo del reddito.
In sostanza, si cercherà così di “stare dietro” in tempo reale alle mutazioni delle condizioni economiche di una famiglia in cui un componente perde il lavoro. E tutelare “in tempo reale” chi si trova a dover richiedere tariffe agevolate al Comune, senza rimanere “appesi” a indicatori economici più statici e meno aggiornati.

(Letto 233 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 233 volte, 1 oggi)