ASCOLI PICENO- Concerto live per il ritorno dei Pooh con “Dove Comincia il sole Tour” al teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno nella doppia serata del sei e sette marzo 2011 alle ore 21.30.

“Dove comincia il Sole” è il titolo del nuovo disco ed è il brano di apertura della serata musicale. Nella scaletta oltre ai nuovi brani sono stati riproposti i più grandi successi della storica band, molti dei quali riarrangiati e riproposti col “nuovo suono” della band.

“Un tour della rinascita e se qualcuno ha dubitato, noi siamo ancora qui. La nostra faccia esprime contentezza e ci sentiamo vivi nel cantare con voi”, sono le parole di Red prima di intonare il brano “Io sono vivo”.

Presa la giusta confidenza, il pubblico accompagna per tutta la serata i tre musicisti: Roby Facchinetti, Dodi Battaglia e Red Canzian protagonisti di un palco privo d’età dove il tempo sembra non passare, circondati da una scenografia che riporta l’immaginario del pubblico a “quella terra priva di confini dove nasce la libertà”, dove la parola d’ordine è la musica.

Da un album molto fortunato, inciso negli anni ’70, quando nasce il pop-rock sinfonico, viene proposto il brano dal titolo “Il tempo, una donna, la città”.

“Si riparte, con la voglia di salire sul palco come tre ragazzini, all’inizio della propria carriera” dichiarano i Pooh, “ è un piacere suonare con tre grandi musicisti e a condividere questo nostro viaggio ci siete voi, e avremo tanto bisogno anche della vostra energia”, rivolgendosi al pubblico.

Trentasette i brani cantati dai Pooh in una serata infinita fatta di ricordi e rinnovamento, di cori e dediche al pubblico e agli affezionati fan.

La canzone “Reporter” è interamente dedicata a Ilaria Alpi, inviata del Tg3 Rai in Somalia e all’operatore Miran Hrovatin, uccisi da un commando mentre seguivano la guerra tra fazioni che stava insanguinando il Paese africano e varie vicende legate, forse, al traffico di rifiuti tossici.

“Il vento dell’anima” che Dodi Battaglia dedica alla sua compagna, i momenti di commozione sulle note di “Amici per sempre”, l’allegria di “Pronto buongiorno è la sveglia”, l’atmosfera romantica di brani come “L’altra donna”, “Stare senza di te”, “Tanta voglia di lei”, riconfermano la band nella propria caratteristica principale, quella di saper creare emozioni non solo “generazionali” ma sempre attuali.
Hanno affiancato i Pooh: Danilo Ballo alle tastiere, Ludovico Vagnone alle chitarre e alla batteria oltre al giovamento della tecnica e dell’esperienza di Phil Mer, che a dispetto della sua giovane età ha già lavorato con Pino Daniele, Malika Ayane e tanti altri.
La regia dello spettacolo è stata naturalmente curata dai Pooh con Fabrizio “Fabi” Crico che ha ideato e colorato le scene avvalendosi del calore e della tecnologia innovativa dei fari Clay Paky che come consuetudine la band sperimenta in anteprima nei loro concerti, mentre il progetto acustico è curato da Renato Cantele.

I concerti sono realizzati dall’amministrazione comunale di Ascoli Piceno assessorato alla Cultura e dalla Piceno Eventi di Pier Mario Maravalli.

(Letto 144 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 144 volte, 1 oggi)