ASCOLI PICENO – Appuntamento di gran classe al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, dove venerdì 11 marzo, alle ore 21, vi sarà una esibizione dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana e dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese in un’unica grande compagine che prende il nome di Filarmonica dell’Adriatico. L’iniziativa, della Società Filarmonica Ascolana, è certamente inedita in quanto per la prima volta due tra le dodici Istituzioni Concertistiche-Orchestrali (Ico) riconosciute dallo Stato si uniscono in un comune progetto artistico per la realizzazione di una produzione sinfonica. Appare dunque coraggioso lo sforzo organizzativo delle due istituzioni sinfoniche, coordinato dalla Società Filarmonica Ascolana, impegnate in un progetto di collaborazione ambizioso e suggestivo che viene ad assumere un carattere particolarmente significativo in un momento così difficile per le istituzioni culturali del nostro paese.

Il progetto si concretizza dunque al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, sia per le prove che per il concerto di debutto della nuova e grande orchestra che per l’occasione sarà diretta dal M° Donato Renzetti, abruzzese di nascita e direttore artistico e musicale della Filarmonica Marchigiana. L’organico orchestrale che sarà sul palco del Ventidio vedrà dunque schierati circa 90 elementi che affronteranno un programma musicale che prevede la Sinfonia numero 10 in fa diesis maggiore “Incompiuta” di Gustav Mahler, una selezione dalle suites di Romeo e Giulietta di Sergej Prokofiev e il Bolero di Maurice Ravel.

I concerti verranno replicati il 12 marzo a L’Aquila nella stagione concertistica dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese e il 13 marzo al Teatro Gentile di Fabriano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 92 volte, 1 oggi)