ASCOLI PICENO – Il Consiglio dei Ministri ha riconosciuto lo stato di emergenza fino a marzo 2012. Lo ha comunicato il presidente regionale Gian Mario Spacca, aggiungendo: “‘Offriamo tutta la nostra collaborazione per stilare l’ordinanza di competenza del Presidente del Consiglio per avviare concretamente la risposta alla situazione di emergenza che tocca famiglie, imprese e territorio”.

Nella giornata di ieri, incontrando il Sottosegretario Gianni Letta, Spacca aveva documentato i danni al territorio marchigiano pari a quasi 500 milioni di euro tra infrastrutture e settore imprenditoriale, a cui si dovranno aggiungere le stime in corso del settore agricolo.

Lo stesso Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza anche per quel che riguarda la vicina provincia di Teramo e la Basilicata.

(Letto 585 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 585 volte, 1 oggi)