ASCOLI PICENO – Per incentivare una città “pedonale”, a misura di pedone, è giusto coprirli, questi venturi pedoni, sotto dei camminamenti coperti?
Per incentivare i centri commerciali naturali, per portare più gente nei negozi del centro, occorre che sulla testa dei clienti mentre camminano ci sia un tetto, là fuori?
Secondo me no, ed è il tema di questo disappunto.
Le cronache cittadine riportano che il 18 febbraio scorso la Confcommercio ha organizzato un incontro nel quale l’architetto Innocenzo Prezzavento ha illustrato il suo progetto per un centro storico che sia anche centro commerciale naturale, nel quale l’auto sia sempre più inutile per spostarsi.
Quali le caratteristiche del suggestivo progetto? Il parcheggio di Porta Torricella verrebbe triplicato. Un collegamento pedonale protetto partirebbe da lì fino al giardino del palazzo comunale in piazza Arringo. Poi, Prezzavento ha illustrato la sua idea di percorso nel Centro Storico, pedonale e protetto da una copertura trasparente e leggera. Un percorso a ridosso dei negozi, al riparo dagli agenti atmosferici.

Sul sito della Confcommercio, leggiamo che i commercianti presenti all’incontro hanno gradito l’idea. Si legge infatti: “Il progetto che tra l’altro non ha costi faraonici e potrebbe essere realizzato con il coinvolgimento di privati, renderebbe praticamente l’automobile non più vietata ma addirittura inutile, tanto da concretizzare realmente (anche con una diversa collocazione della viabilità e della sosta dei pullman) la vera pedonalizzazione del centro città. Ovviamente la fattibilità del progetto spetta alla politica”.

Io sono più perplesso, invece. Ascoli è troppo bella per essere coperta, va guardata senza coperture, manco trasparenti.
Ai tunnel preferisco l’aperto. Alla protezione asettica, prediligo l’apertura al mondo, l’odore, il sentore.
Meglio l’ombrello, se piove. Viva la pedonalizzazione, eh, per carità. E viva i centri commerciali naturali, il bel passeggiare fra le vetrine, le chiese, i palazzi, il travertino. Ma la copertura, seppur leggera e trasparente, snaturerebbe questo gioiello dell’urbanistica.
Almeno questa è la mia opinione. Felice di aprire un dibattito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 562 volte, 1 oggi)