ASCOLI PICENO – Il Partito Democratico presenterà un ordine del giorno da inserire nel prossimo consiglio provinciale per discutere una delibera che tenti di scongiurare il rischio di  eventuali installazioni di impianti  nucleari nel territorio provinciale. Come noto, infatti, la zona Sentina sarebbe uno dei 13 siti indicati dal Governo per  l’implementazione di una centrale nucleare. “Su questo punto si è fatta molta confusione. – ha affermato il consigliere provinciale Emidio Mandozzi – Prima si è detto che quella citata nei documenti era San Benedetto Po, poi ci siamo accorti  invece che si trattava proprio di San Benedetto del Tronto”.

Intanto mercoledì scorso in parlamento è stata presentata da parte dell’opposizione una mozione urgente per contestare il decreto approvato di recente dal Governo  che prevede il blocco dei finanziamenti per le fonti di energia rinnovabile. Una mozione approvata anche da alcuni rappresentanti di maggioranza, costringendo quindi il Governo a ritirare l’atto per riformularne uno nuovo. “Una volta raggiunto l’obiettivo di 8000 Megawatt indicato dall’Unione Europea – ha spiegato l’onorevole Luciano Agostini – il Governo ha deciso di tagliare ulteriori finanziamenti per puntare sul nucleare. Mercoledì abbiamo presentato una mozione urgente per ripristinare il vecchio decreto e annullare quello che taglia gli investimenti”.

Il nostro territorio ha puntato molto sulle energie rinnovabili. Per questo, il partito democratico ha parlato di allarme per tutto il settore con il rischio di un ridimensionamento degli investimenti.

“Questa mozione ha allontanato il rischio di crisi per molte aziende del territorio e il pericolo di licenziamenti in uno dei pochi settori che registra aumenti di produzione e di occupazione” – ha aggiunto Mandozzi.

“Chiediamo a tutti i comuni di centrosinistra del territorio – ha affermato il segretario provinciale Antimo Di Francesco – di presentare ordini del giorno in tal senso per porre l’accento su questo argomento, seguendo le linee guida del partito”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 449 volte, 1 oggi)