ASCOLI PICENO – Autovelox sulle strade provinciali, il capogruppo del Pd a Palazzo San Filippo, Emidio Mandozzi, risponde per le rime al presidente Celani (clicca qui per il suo intervento): “Una iniziativa, quella del noleggio degli autovelox, neanche suffragata dal parere degli stessi dirigenti, se è vero come è vero che giovedì scorso gli uffici provinciali hanno chiarito che le strade provinciali sono tutte di categoria “F” e quindi sono escluse dalla possibilità di attivare strumenti fissi per il controllo della velocità. Senza contare il fatto che ci sarebbe bisogno anche di un’apposita autorizzazione della Prefettura. Ciliegina sulla torta: a tutt’oggi non risulta che i revisori dei conti della Provincia abbiano firmato parere favorevole su tale argomento”.
Insomma, allarme rientrato per le tasche degli automobilisti?

Staremo a vedere, attendiamo gli esiti. Mandozzi comunque rilancia il coro di accuse ultimamente molto intenso del Pd al presidente della Provincia Celani: “Pensava di poter risanare gli asfittici bilanci della Provincia lucrando sulle spalle degli ignari cittadini amministrati. Celani che non inoltra ricorso al Tar contro l’introduzione del pedaggio sull’Ascoli-Mare (tanto c’era qualcun altro che lavorava per lui); Celani che (anche) in veste di commissario, snobba riunioni topiche con i sindaci per decidere del futuro di Piceno Consind: ha già deciso che debba fare la fine di Piceno Sviluppo?; Celani che ora si arrampica sugli specchi della propria politica evanescente che sta mettendo in ginocchio una provincia già martoriata dalla crisi e dice che gli autovelox serviranno non certo per ripianare il bilancio dell’amministrazione con le multe, bensì per mettere in sicurezza le strade del Piceno”.

“La sicurezza delle strade – prosegue Mandozzi – deve essere garantita dalle forze dell’ordine preposte. Peccato però che il Governo a maggioranza Pdl, partito del Presidente della Provincia, da tempo sta lesinando risorse anche a poliziotti, che nei giorni scorsi sono arrivati sino ad Arcore per gridare forte la loro protesta, e carabinieri. Riguardo alla manutenzione delle strade provinciali, dopo quasi due anni Celani si ricorda che versano in uno stato pietoso, tanto da essere obiettivamente pericolose al transito? Dopo le piogge e gli allagamenti di inizio marzo poi…peggio che andar di notte”.

“Il nostro auspicio – conclude – è che si torni ad una politica seria, tanto che invitiamo il Presidente Celani a mettere al bando gli autovelox ritarando verso il basso quel milione e 600 mila euro di entrate derivanti dalle multe previste in bilancio, e si pensi piuttosto al rilancio dello sviluppo del territorio. E’ chiedere troppo?”.

(Letto 229 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 229 volte, 1 oggi)