ASCOLI PICENO – Celebrata anche nel Piceno la festa del Teatro il 26 e il 27 marzo. La ricorrenza, che nel mondo si festeggia già dal 1961, in Italia è arrivata solo dal 1999 per iniziativa di Ettore Raimondi che a Bologna iniziò la prima commemorazione recitando in scena un messaggio di un grande personaggio teatrale.

Ad Ascoli il teatro amatoriale ha onorato la data con tante compagnie che si sono esibite: sabato mattina alla Cartiera Papale, domenica pomeriggio al Forte Malatesta e domenica sera alla sala Beniamino Gigli di Pagliare del Tronto.

Lo spirito della festa è stato racchiuso nelle parole degli attori: “Noi facciamo spettacolo per sentirci gratificati nell’anima e per sviluppare la cultura. La festa serve per celebrare la nostra grande passione: il teatro”.

Hanno patrocinio la manifestazione la provincia di Ascoli, il comune di Ascoli e il comune di Spinetoli. Ha dato un sostegno significativo la Fondazione della Cassa di Risparmio di Ascoli.

Le compagnie che hanno aderito alla manifestazione sono state: ArtiColate di Ascoli, compagnia teatrale il Loggione di Sant’Egidio, Feel Good Show di Monteprandone, Fly Communications di Ascoli, Gente Nostra di Ascoli, gli Aironi di Cupra, gruppo Settemmezzo di Ripatransone, la Ribalta Picena di San Benedetto, Laboratorio Minimo Teatro di Ascoli, Liberi Teatranti di Cupra, Nuovo Teatro Piceno Castel di Lama, O’ Scenici di Cupra, Stabile degli Stracci di Roma, Teatro all’ Improvviso di Camerino.

(Letto 266 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 266 volte, 1 oggi)