Il tema era delicato, il Pesce d’Aprile abbastanza chiaro. Anche se il passaparola sulla rete e attraverso i social network è stato rapido. Ma era tutto uno scherzo. Di sotto, l’articolo.

ASCOLI PICENO – Un dispaccio Ansa nella notte rivela che in una circolare del Ministero dell’Interno relativa alla gestione dell’emergenza profughi nell’isola di Lampedusa vi è l’individuazione di alcune strutture nella zona della Vallata del Tronto e nell’immediato hinterland ascolano per la sistemazione temporanea di circa tremila immigrati tunisini, sbarcati nelle ultime ore a Lampedusa.

Inizialmente si pensava di destinare gli immigrati tra Veneto e Lombardia, ma la forte opposizione delle regioni settentrionali, che hanno mostrato dati con una presenza di stranieri superiore alla media italiana, ha convinto il governo di indirizzare – temporaneamente, si legge – i profughi proprio tra Marche e Umbria. Altri mille, infatti, sembrano destinati in strutture di accoglienza temporanee del fabrianese, e circa mille e cinquecento verranno portati tra Perugia e Città di Castello.

(Letto 1.454 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.454 volte, 1 oggi)