ASCOLI PICENO – Per visualizzare l’intervista a Franco Gaspari, presidente del consorzio Restart, cliccare sull’icona rettangolare a destra in basso

Sabato mattina presso l’auditorium della Fondazione Carisap si è tenuto il Forum Ascoli21, primo appuntamento per presentare alla cittadinanza e ai giovani delle scuole il progetto Ascoli21 per il recupero e la riqualificazione dell’area industriale dell’ex Sgl Carbon.

A margine dell’incontro abbiamo intervistato il presidente del consorzio di imprese Restart, Franco Gaspari, che nel 2009 ha acquistato l’area industriale dismessa per 5,6  milioni di euro.

Nell’intervista, Gaspari illustra lo stato dell’arte riguardo alla bonifica del sito industriale, passo necessario prima della realizzazione di un parco naturale vicino al fiume Tronto, di un Polo Tecnologico che funga da centro di ricerca e incubatore di imprese ad alta tecnologia, e infine di una zona residenziale in parte destinata al mercato e in parte all’housing sociale tramite affitti calmierati con possibilità di riscatto.

COS’E’ RESTART Si tratta di una società di progetto nata ufficialmente nel febbraio 2010 su iniziativa della comunità imprenditoriale ascolana. I soci sono quattro. L’azienda di materie plastiche Fainplast presieduta da Battista Faraotti (38% delle quote di Restart); Emmetregi (15%), Fondazione Carisap (14%), Genera Scarl (31%). Quest’ultima entità è un consorzio di 40 imprese del territorio piceno.

(Letto 837 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 837 volte, 1 oggi)