OFFIDA – Una giovane vita che se ne va è sempre un dramma anche collettivo. In un piccolo centro, lo è ancor di più. Era molto conosciuta in paese la famiglia del povero Mattia Peroni, deceduto sabato sera dopo uno scontro fra la moto che guidava e un’auto che procedeva nel senso opposto di marcia.
Il padre del giovane, Franco Peroni, è uno dei medici di base del centro collinare, e ha ricoperto anche la carica di assessore comunale.
Secondo alcune testimonianze raccolte da PicenoOggi.it, nel tragico istante dell’incidente il giovane centauro stava per raggiungere degli amici, che lo attendevano in un pub di Offida per mangiare, stare insieme in un bel sabato sera di primavera, assistendo in televisione all’attesissimo derby fra Milan e Inter.
Pare che fosse stato proprio lui, Mattia, a prenotare il tavolo del pub per la propria comitiva. Un motivo in più, questo, per generare preoccupazione nel gruppo di amici di fronte al ritardo di Mattia.
Pare che il ragazzo, a bordo della propria motocicletta, uscisse dalla traversa della cantina sociale, quando è stato colpito in pieno dall’auto guidata dal cossignanese A.M. che andava in direzione Santa Maria Goretti. Pare che non ci sia traccia di frenata sull’asfalto. Dopo i primi accertamenti della Polstrada, che ha trovato il conducente dell’auto positivo all’alcol test con valori definiti “elevati”, sono ancora in corso le operazioni di ricostruzione esatta del tragico sinistro stradale.
Il corpo del ragazzo si trova all’obitorio dell’ospedale di Ascoli. Lunedì, ma ancora non c’è la conferma ufficiale, si dovrebbero svolgere i funerali, forse alle 16, probabilmente nella chiesa Collegiata di Offida, visto che il ragazzo abitava al centro. Mattia aveva una sorella gemella.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 6.763 volte, 1 oggi)