ASCOLI PICENO – L’Ascoli e’ stato deferito dal procuratore federale della Figc, su segnalazione della Covisoc, per il mancato pagamento di ritenute Irpef e dei contributi Enpals. Lo rende noto un comunicato della Figc. Deferiti anche il presidente Roberto Benigni ed i rappresentanti legali del club Massimo Collina e Silvia Benigni.

Nello specifico la società e i suoi rappresentanti sono stati deferiti “per non aver provveduto al versamento delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals relativi agli emolumenti riguardanti il II trimestre, dovuti ai propri tesserati per le mensilità di ottobre, novembre e dicembre 2010, nei termini stabiliti dalla normativa federale e per non aver ancora provveduto, alla seconda scadenza, al versamento delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals relativi agli emolumenti riguardanti il I trimestre, dovuti ai propri tesserati per le mensilità di luglio, agosto e settembre 2010”.

All’Ascoli verrà ora inflitto un ulteriore punto di penalizzazione, il settimo in totale, il sesto  in classifica (un punto è stato restituito per un ricorso vinto).

(Letto 397 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 397 volte, 1 oggi)