SPINETOLI – All’inizio di quest’anno è partito il servizio di raccolta differenziata porta a porta per la frazione secca nelle zone urbane del territorio. Questo tipo di raccolta dei rifiuti, nuovo per il Comune della vallata, si è andato ad integrare con il servizio di raccolta dell’umido già esistente.

L’attuazione di questi servizi ha consentito di ridurre sensibilmente i quantitativi di rifiuti portati in discarica. I dati, forniti dalla Picenambiente, hanno evidenziato in questi primi mesi un importante aumento della percentuale totale della raccolta differenziata che ha superato il 40%, un andamento positivo che lascia ben sperare per il raggiungimento al più presto del 50% entro la fine dell’anno, da ricordare che prima dell’attuazione dei due servizi la quota della differenziata era intorno al 25%.

Afferma l’assessore all’Ambiente Luigi Silvestri: “Questi risultati sono il segnale che fare la raccolta differenziata sta diventando sempre più una pratica che fa ormai parte della cultura ambientale delle famiglie del Comune di Spinetoli, e allo stesso tempo hanno consentito di non aumentare la Tassa sui Rifiuti che è rimasta ai valori dello scorso anno, del resto essa risultava già tra le più basse della provincia Picena”.

A tal proposito l’assessore precisa che quest’anno la tassa rifiuti non è stata variata dopo gli aumenti degli scorsi anni, dovuti soprattutto all’impennata dei costi di smaltimento”.

Non potendo incidere sui costi della discarica dunque il Comune mette in atto tutte le azioni necessarie per ridurne la quantità.

Il sindaco Angelo Canala afferma: “Aver aumentato la percentuale è un obiettivo che ci eravamo prefissi fin dall’inizio di questo mandato, portare meno rifiuti in discarica significa diminuire i costi e in un momento in cui i trasferimenti dello Stato Centrale sono sempre più esigui è l’unico strumento nelle nostre mani in materia di rifiuti, per evitare di caricare le famiglie già di ulteriori tasse. L’amministrazione si sta impegnando a migliorare i servizi esistenti e a sensibilizzare sempre di più la cittadinanza, attraverso azioni che vanno dalla semplice informazione alle famiglie fino al sostegno di progetti rivolti alle scuole. La creazione imminente di un “Eco parco” all’Oasi La Valle va in questa direzione”.
Silvestri poi mette in luce un altro dato incoraggiante: ”Se oggi a Spinetoli la raccolta differenziata è in notevole aumento è grazie anche all’attività di sensibilizzazione svolta nelle scuole e attraverso il nostro Centro di Educazione Ambientale. Il centro è da sempre un punto di riferimento di tutta la vallata per l’educazione degli alunni delle scuole, la realizzazione di un “Eco parco” costruito con materiale riciclato darà la possibilità alle scolaresche di toccare con mano il risultato della raccolta differenziata”.

(Letto 427 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 427 volte, 1 oggi)