APPIGNANO DEL TRONTO – La Pro Loco di Appignano del Tronto si è aggiudicata lo scorso 27 marzo, la nona edizione del Palio degli asini-sindaci di Amatrice; una corsa a briglia sciolta in sella ad un somaro che su di una cravatta porta il nome del sindaco del proprio paese.

La manifestazione si snoda per le vie di Amatrice con un coloratissimo corteo di 500 figuranti in costume formato delle numerose Pro-Loco partecipanti per poi raggiungere il suo culmine nel Somarodromo; la pista attrezzata presso il Benemerito Istituto Padre Giovanni Minozzi, dove il corteo giunge per dare il via alla corsa ed eleggere, con votazione dei sindaci dei comuni in gara, la più bella dama del Palio. Nonostante fosse alla sua prima partecipazione l’asino-sindaco “Maria Nazzarena Agostini”, sapientemente guidato dall’improvvisato somariere Mirko Fioravanti, davanti ad un pubblico che ha toccato quest’anno le 5000 presenze, si impone al primo posto tra i somari-sindaci, stracciando tutte le altre tredici delegazioni che hanno partecipato alla sfida: Amatrice, Accumoli (RI), Posta (RI), Antrodoco (RI), Arquata del Tronto (AP), Cantalice (RI), Castel Di Tora (RI), Cittaducale (RI), Montegallo (AP), Monterotondo (RM), Montorio al Vomano (TE), Roccafluvione (AP), Roccantica (RI).

Il somariere Mirko Fioravanti, intervistato a fine gara, esprime la sua gioia per il traguardo raggiunto ed ammette di essersi completamente improvvisato nel ruolo, attingendo frettolosamente da internet lezioni di equitazione il giorno stesso della gara. Grande soddisfazione ovviamente da parte di tutto il direttivo pro-loco ed anche da parte del Sindaco Maria Nazzarena Agostini che festeggia intrepida tra le battute di scherno per essere il sindaco-somaro vincente.

(Letto 436 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 436 volte, 1 oggi)