ASCOLI PICENO – Il Partito Democratico lancia l’allarme sulla situazione economica finanziaria della Provincia di Ascoli. Venerdì mattina, il segretario piceno dei democrat, Antimo Di Francesco, a nome anche del gruppo dei consiglieri provinciali ha dichiarato: “Il bilancio della Provincia di Ascoli è un impianto finanziario connotato da molteplici fattori di criticità, è un’impostazione che pone a serio rischio la tenuta e la salvaguardia degli equilibri di bilancio. Non è un bilancio in buone condizioni di salute e per questo siamo molto preoccupati, emerge un’operazione di ingegneria finanziaria che si sostiene con le stampelle”.
Nello specifico, secondo Di Francesco e secondo il Pd ci sarebbe “un’assenza di programmazione, tanta improvvisazione condita da molta fantasia per far quadrare i conti; lo stesso organo di revisione ha impartito prescrizioni e raccomandazioni, soprattutto ha sollecitato la Giunta provinciale a prestare particolare attenzione all’aleatorietà della previsione dei proventi derivanti da sanzioni al codice della strada e di attivare la spesa correlata solo dopo aver incassato l’entrata relativa”.

Prospettive e strategie politiche: secondo il Pd la loro mancanza precluderebbe obiettivi e risultati.
“Non ci sono fondi per l’agricoltura – affermano i democratt – e nessun sostegno ai Comuni per far fronte alle ingenti spese causate dalle recenti calamità. Pressochè ridotti sostanzialmente i capitoli di spesa per finanziare le infrastrutture, l’edilizia scolastica, la viabilità e la valorizzazione dei beni culturali”.
Insomma, la programmazione finanziaria targata Celani viene bocciata su tutta la linea da parte del gruppo di consiglieri provinciali capitanati da Emidio Mandozzi.

“Un bilancio che penalizza ulteriormente il territorio piceno e non delinea alcun ipotesi di sviluppo assolutamente necessaria per far fronte alla grave crisi economica e sociale che attanaglia l’intera Provincia. Dimostra ancora una volta l’incapacità dell’amministrazione Celani di dare un orizzonte alla crescita del territorio, venendo meno quindi, le necessarie linee di intervento atte a sostenere il Piceno in un momento di grave crisi e difficoltà economica”.

(Letto 194 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 194 volte, 1 oggi)