ASCOLI PICENO – Il comune di Ascoli rende noto di aver aperto la gara d’appalto per il novo auditorium che sorgerà sfruttando il recupero delle strutture dell’ex opsedale Mazzoni, nel complesso del nascente Polo Universitario dell’Annunziata. Ci sarà tempo fino al 16 maggio per le varie ditte interessate alla realizzazione dei lavori pre presentare le proprie offerte, sempre che siano in regola con i requisiti richiesti. Per l’auditorium, che potrà ospitare 500 persone, è previsto un impegno economico di 2 milioni di euro, disponibili grazie ad un finanziamento di 2,5 milioni di euro del Governo risalente al 2003.

Siamo in tempo di crisi e i nostri bilanci sono smagriti. Proprio per questo – prima di piangere per le risorse che non ci sono – è necessario utilizzare quelle che giacciono nel cassetto”: questo il commento del sindaco di Ascoli Guido Castelli. “La realizzazione del nuovo Auditorium – ha aggiunto Castelli – è prevista in una porzione del complesso che costituisce l’ex Ospedale Mazzoni in viale della Rimembranza, nella zona della corte aperta ed è stato stilato in relazione al programma di recupero dell’intero complesso con funzioni di servizi per le sedi universitarie e per altre attività di carattere sociale e culturale. La progettazione di una sala polifunzionale è mirata al far svolgere attività di diverso genere alla presenza di pubblico. Le dimensioni della sala in questo senso dovranno essere proporzionate per ospitare circa 500 persone di cui 450 sedute.”

“L’area di intervento – ha precisato l’assessore ai lavori pubblici Silvestri – prevede la realizzazione di un volume costruito quasi completamente ipogeo. Il primo livello posto a circa sei metri sotto l’attuale piano calpestabile ospiterà una serie di funzioni d servizio alle attività. Il secondo livello a quota meno tre metri ospiterà la sala accessibile anche dall’esterno tramite una galleria balconata. La copertura sarà realizzata con una struttura ad unica campata di travi metalliche cave”.

L’importo complessivo dell’appalto, compresi oneri per la sicurezza è di 2.050.000 euro. Le imprese partecipanti avranno tempo fino al 16 maggio per presentare la propria offerta, ma dovranno essere in possesso dell’attestazione SOA per le categorie e le classifiche richieste nel bando di gara. Il criterio di aggiudicazione si baserà sull’offerta economicamente più vantaggiosa. I lavori dovranno essere ultimati entro 600 (seicento) giorni naturali e consecutivi, a decorrere dalla data del verbale di consegna. Per ogni giorno di ritardo verrà applicata una penale pari all’1/ per mille dell’importo contrattuale.

È richiesto sopralluogo obbligatorio nei luoghi oggetto dell’appalto. I concorrenti a pena di esclusione dalla gara dovranno, infatti, preventivamente alla partecipazione della gara medesima, recarsi sul posto dove devono essere eseguiti i lavori ai fini della presa visione dei luoghi medesimi, nonché prendere visione del progetto esecutivo posto a base di gara; la presa visione dei luoghi unitamente alla presa visione del progetto esecutivo saranno documentate mediante attestazione all’uopo rilasciata dal competente Settore Direzione e Controllo OO.PP. (Ing. Vincenzo Ballatori o suo delegato).

(Letto 399 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 399 volte, 1 oggi)