ASCOLI PICENO – Riportiamo la replica del consigliere comunale Mirko Petracci alle ultime affermazioni del deputato Ciccanti circa le candidature per le elezioni comunali di San Benedetto del Tronto

“Il Deputato ascolano Amedeo Ciccanti, commentando  l’esclusione delle liste della destra e dei Giovani per San Benedetto del Tronto dall’elezioni comunali del prossimo 15 e 16 maggio, prende tale fatto per esprimere  il proprio verdetto secondo il quale  “al ballottaggio per le elezioni di comunali di San Benedetto del Tronto andranno Gaspari e Calvaresi”.

Purtroppo, per il grande politico (l’unico lavoro della sua vita)  Ciccanti, le urne sono una cosa e le speranze un’altra, anzi, per dire meglio, chi sa di non avere candidati credibili inizia a sperare sulle sconfitte degli altri per giustificare la propria.

L’Onorevole Ciccanti dopo aver fatto salti mirabolanti, passando da una coalizione all’altra, e di questo i cittadini Ascolani lo ringraziano di cuore  per non essere più nel centro-destra, nonostante dignitosi consiglieri uscenti dell’udc non hanno voluto  ricandidarsi per il partito del “piccolo capo”, cerca di far credere che il suo candidato sindaco a San Benedetto del Tronto possa arrivare al ballottaggio.

Non si sa chi voglia prendere in giro, se Calvaresi o gli elettori sambenedettesi, ma ormai lo conoscono in tanti e tutti  sanno benissimo quante false illusioni riesce a creare, ricordiamo il 2009?

Voleva fare il Sindaco di Ascoli Piceno, dopo aver tradito Piero Celani, che lui stesso aveva fatto finta di appoggiare  per nove anni, ci furono le elezioni, e il suo partito passò dal 19% del 2004 all’appena 9% del 2009.

Do you remember?

Sempre nelle stesse elezioni del 2009 riuscì a creare il laboratorio Pd-Udc per il ballottaggio, ma anche lì sbagliò conti e previsioni, quella volta fu proprio l’elettorato UDC che gli voltò le spalle e decretò la vittoria del Popolo della Libertà eleggendo Guido Castelli Sindaco e confinando il deputato ascolano all’opposizione.

Ora come può essere credibile Ciccanti, fu lui nel dicembre 2009 con i suoi giochi di prestigio a salvare  Gaspari, consentendogli di finire il mandato da Sindaco, per cui tutti gli elettori sambenedettesi ben sanno che al di là del fatto che  Calvaresi non andrà mai al ballottaggio,  sono consapevoli che Ciccanti al secondo turno cercherà di portare i voti del primo turno dell’accoppiata Fli-Ucd,verso Gaspari e il PD con cui governa in Regione.

Per questo gli elettori sambenedettesi devono domandare a Ciccanti  prima del primo turno:nel caso in cui, come è certo, all’eventuale ballottaggio andranno Gabrielli e Gaspari,  lui chi farà appoggiare? E’ una bella domanda cui per primi dovrebbero rispondere anche i capi del FLI.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 585 volte, 1 oggi)