OFFIDA – “Evidenziamo, con soddisfazione, che la Mozione “Contro il nucleare per il futuro delle energie rinnovabili”, presentata dal nostro gruppo nell’ultima riunione del Consiglio Comunale, approvata solo con i voti della maggioranza,sia stata profetica. Addirittura il Governo centrale ha fatto sue le stesse nostre posizioni” dichiara il capogruppo “Offida Solidarietà e Democrazia”, Claudio Sibillini.

Ricordiamo che il documento, redatto dall’amministrazione offidana, ribadiva la netta contrarietà ad accogliere centrali nucleari nella Regione Marche ed in tutto il territorio nazionale.

“Di certo, si tratta di una grande vittoria politica significativa – continua Sibillini – seppur momentanea, perché il movimento di opinione, fatto proprio dalla stragrande maggioranza dei cittadini italiani, ha portato il Governo a rivedere la propria posizione abrogando tutte le norme previste per la realizzazione di impianti nucleari nel nostro Paese”

Il capogruppo del Pd punta però  il dito anche “sulla necessità subdola di depotenziare i referendum” ma ammette anche che solo il tempo potrà dare risposte a certe preoccupazioni.

Sibillini conclude esprimendo il suo rammarico nei confronti dell’opposizione offidana e dell’Amministrazione Celani: “Non posso esimermi dal rilevare, che, a fronte di un dietrofront anche da parte del Governo Nazionale, ad oggi, in Italia, gli unici che restano favorevoli alla realizzazione di centrali nucleari sono i rappresentanti del Pdl locale. Una posizione politica ancora una volta precostituita a difesa di chi ha portato il nostro Paese sull’orlo del baratro, al di là del merito delle questioni ed a discapito del territorio che si dovrebbe rappresentare con l’aggravante evidenza, questa volta, di essere stati abbandonati proprio dallo stesso Governo da loro difeso senza se e senza ma”.

(Letto 191 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 191 volte, 1 oggi)