ASCOLI PICENO – “Egregio presidente Luigi Merli, le scrivo a seguito di numerose sollecitazioni e lamentele che mi giungono dai cittadini di Ascoli Piceno che quotidianamente percorrono l’Asse Attrezzato lungo la zona industriale per recarsi al lavoro o per raggiungere i centri commerciali e le attività artigianali presenti nella zona”. Inizia così la missiva formale inviata dal sindaco Guido Castelli al neo presidente del Piceno Consind, l’attuale sindaco di Grottammare Luigi Merli. Una lettera con la quale si chiede al consorzio industriale di agire per la messa in sicurezza di un tratto di asfalto davvero disastrato.
La lettera prosegue così: “Un tratto stradale percorso non solo da autovetture, ma anche da mezzi pesanti, tir, autoarticolati e dagli autobus comunali. Per questo ritengo sia necessario mettere al più presto in sicurezza la viabilità in quanto buche, fondo sconnesso e detriti riversati sulla carreggiata, continuano a intralciare il regolare transito dei veicoli facendo aumentare anche le richieste di risarcimento degli automobilisti, costretti a constatare i danni procurati ai loro veicoli dall’incuria in cui versa l’Asse Attrezzato. E tutto questo naturalmente va poi a incidere sul già gravoso bilancio dell’Ente da Lei presieduto. Una situazione di dissesto che si è decisamente aggravata con gli acquazzoni e gli allagamenti dovuti all’alluvione dei mesi scorsi e che hanno provocato anche la disgregazione di lunghe strisce di asfalto. Per questo Le ribadisco la necessità di mettere in sicurezza l’Asse Attrezzato confidando nella Sua sensibilità alla risoluzione dei problemi viari della zona industriale”.

(Letto 178 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 178 volte, 1 oggi)