OFFIDA – I consiglieri comunali del Pdl Offida, Simone Corradetti, Marcello Camela, Marco Lanciotti e Andrea D’Angelo, in riferimento alle dichiarazioni di Claudio Sibillini, “Offida Solidarietà e Democrazia” fatte sulla stampa, nei giorni scorsi sul nucleare in Italia, avvertono la necessità di fare chiarezza sulla questione.

La mozione a cui faceva riferimento Sibillini – ricorda il capogruppo del Pdl, Corradetti – è stata discussa nel consiglio comunale del 24 marzo 2011, quando ancora il Governo nazionale non aveva inserito, nella moratoria già prevista nel decreto legge omnibus, l’emendamento di abrogazione del programma relativo alla realizzazione di nuovi impianti nucleari”.

La posizione del gruppo consiliare di opposizione del “Pdl” in quella sede fu assolutamente concorde con la posizione fino ad allora assunta dal Governo nazionale.

“Tanto per essere precisi – continua Corradetti – l’intervento del consigliere D’Angelo del gruppo di opposizione è stato talmente lungimirante da aver previsto la posizione che, sulla questione, avrebbe assunto successivamente il Governo, intuendo a priori il senso e la portata attribuita alla moratoria. Si parlava infatti di “pausa di riflessione” assunta dal Governo dopo gli eventi drammatici della centrale giapponese di Fukushima”.

La posizione del Governo, secondo l’opposizione offidana, è stata ed è del tutto coerente e responsabile perché, pur non rinunciando definitivamente al programma nucleare, “si preoccupa di ricercare le soluzioni migliori per il problema dell’energia in Italia, approfondendone la ricerca in termini di sicurezza”.

In questo quadro di riferimento si inseriscono le dichiarazioni del capogruppo di Offida Solidarietà e Democrazia il quale secondo Corradetti: “Con tono arrogante e sprezzante delle opinioni e del ruolo altrui ha inteso criticare l’operato dei consiglieri del Pdl che si sarebbero trovati, a suo dire, isolati a sostenere il ritorno al nucleare senza il necessario supporto del Governo centrale”.

Per Corradetti, il pdl offidano agisce sempre con trasparenza serietà ed equilibrio e le ipocrisie si trovano da tutt’altra parte e conclude: ”Nel vano tentativo di dimostrare la sua fantasiosa teoria, il Sibillini ha evidenziato, invece tutte le contraddizioni e la faziosità con cui si presenta ai cittadini offidani”.

(Letto 208 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 208 volte, 1 oggi)