ASCOLI PICENO – Il colonnello Ciro Annicchiarico accoglie i ragazzi di Itinera. Nei pomeriggi di lunedì 16 e di mercoledì 18 maggio, venti studenti scelti dell’ITC “A. Capriotti” di San Benedetto del Tronto e dell’ITI “E. Fermi” di Ascoli Piceno, accompagnati dai tutor della Selecta Stefania Rossi, Daniela Silla e Daniela Marinelli, sono stati fatti entrare nella caserma Emidio Clementi di Ascoli Piceno, sede del 235° RAV Piceno per vivere e toccare con mano, in due incontri pomeridiani di 3 ore, la peculiare realtà militare e professionale dell’esercito italiano.

Il progetto Itinera, fortemente voluto dalla Selecta Group di San Benedetto in collaborazione con l’ente nazionale Formatemp, ha fatto in modo che 20 studenti potessero constatare come la vita militare e di caserma fosse diversa da alcuni stereotipi radicati nell’immaginario comune. “Si è trattato di un’esperienza formativa davvero interessante – ha dichiarato il presidente della Selecta Roberto Morello – lontana dall’insegnamento quotidiano che ha permesso a questi ragazzi di rendersi conto di persona di cosa vuol dire intraprendere la carriera militare. Il capitano Francesco Panza è stato davvero disponibile nel mettersi a disposizione delle curiosità degli studenti presi dalla realtà che li circondava. Un progetto che siamo sicuri sarà ripetuto in futuro”.

Nel pomeriggio di lunedì i ragazzi hanno potuto visionare filmati illustranti la vita militare per poi essere accompagnati a cimentarsi nelle tecniche del superamento ostacoli dai responsabili del Nucleo ginnico. Mercoledì, invece, hanno potuto misurarsi con attività più specifiche dell’addestramento dell’esercito italiano. Particolarmente interessante è stata la lezione sulle tecniche di mascheramento e sfruttamento del terreno tenuta dal comandante di Plotone del Battaglione Addestrativo ma l’apice del pomeriggio si è raggiunto quando i giovani sono stati accompagnati nel simulatore di tiro Fire Arms Training System 3 per esercitarsi nel tiro in bianco con l’utilizzo di armi vere appositamente preparate per l’utilizzo nel simulatore.

L’entusiasmo mostrato dai giovani è stato sorprendente e l’attenzione durante le simulazioni e le spiegazioni ne è stato un esempio tangibile. Tante le domande sottoposte al capitano Panza atte a scandagliare in maniera approfondita le intime curiosità dei 20 studenti. Le 6 ore di lezione, infine, si sono concluse con la visita al Sacrario e relativo saluto alla Bandiera di Guerra alla presenza del Comandante del Reggimento.

(Letto 937 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 937 volte, 1 oggi)