CASTEL DI LAMA – Il comitato antinquinamento Voglio Aria Pulita, insieme all’amministrazione Comunale di Castel di Lama, Proloco e Provincia di Ascoli, sfileranno al fianco di 250 bambini per dire “No all’inquinamento”. La passeggiata ecologica prevista per il 28 maggio alle ore 9:15, partirà dalla centralina di monitoraggio delle polveri sottili di Villa Sant’Antonio nei pressi del grande centro commerciale, per sensibilizzare cittadini ed enti locali ad un piano di controlli per un territorio meno inquinato. Il tutto, avrà luogo a pochi giorni dall’ormai discussa mozione contro l’inquinamento dell’aria a Campolungo – Villa Sant‘Antonio, presentata il 23 maggio in Provincia dal Gruppo Consiliare di Rifondazione e Comunisti Italiani.

Alla passeggiata parteciperà anche Legambiente e sarà l’occasione per illustrare ai giovani studenti dell’Istituto scolastico comprensivo via Adige di Caste di Lama e Capoluogo, i rischi dovuti dall’inquinamento da polveri sottili. La manifestazione toccherà Piazza della Libertà, Parco della pace, Bambinopoli, Rua Ceca, chiesa di San Filippo per ritornare al punto di partenza, la centralina di monitoraggio delle polveri sottili.

Già, la centralina di monitoraggio. Un simbolo per chi chiede aria pulita e minore inquinamento da quelle parti. Un luogo dove sono nate mille battaglie e non ultima, una petizione popolare per i numerosi superamenti dei valori inquinanti previsti dalla legge. Di quella centralina ne hanno parlato in molti, e il 23 maggio nelle aule del palazzo Provinciale ne hanno parlato anche il Gruppo Consiliare di Rifondazione e Comunisti Italiani, con una mozione che presentava il rischio per i cittadini residenti nel comprensorio di Castel di Lama e Villa Sant’Antonio, dovuto al tasso inquinante.

Nella mozione del gruppo si sottolineava la possibilità di studiare il fenomeno superamenti dei limiti inquinanti per individuarne le fonti d’inquinamento attraverso controlli mirati alle aziende presenti in zona. Un modo per restituire di fatto aria più salubre e salute ai cittadini. A tale proposta la maggioranza Provinciale ha richiesto una riformulazione della mozione che con tutta probabilità verra riproposta dal Gruppo promotore prima dell’estate in attesa di una nuova discussione.

Nel frattempo, un fiume di giovani e meno giovani invaderà le strade per risvegliare anima e coscienza delle autorità locali. Un modo, forse, per dimostrare che i cittadini a piccoli e grandi passi non sono disposti a mollare per un mondo più pulito.

(Letto 555 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 555 volte, 1 oggi)