ASCOLI PICENO – Lunedì 6 giugno, alle ore 12.15, nella sala del Consiglio provinciale, il presidente della Provincia Piero Celani consegnerà al prof. Giulio Tarro, virologo di fama internazionale un riconoscimento  per la sua straordinaria carriera al servizio della scienza, della medicina e della collettività. Il prof Tarro vanta un curriculum d’eccezione non solo per i sui meriti accademici e gli importanti  risultati conseguiti nel campo della ricerca scientifica, ma anche per il suo impegno attento e sensibile nei confronti dei malati e dello loro particolari esigenze. Da oltre 20 anni, l’illustre scienziato è legato alla città di Ascoli e la nostro territorio dove viene volentieri e ne apprezza luoghi ed eccellenze.

Nato a Messina nel 1938, si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Napoli ed ha lavorato con il Prof. A.B. Sabin all’Università di Cincinnati, Ohio e a Frederick, Maryland. Gli studi più noti hanno dimostrato l’associazione degli Herpesvirus con alcuni tumori dell’uomo. Ne è scaturito il primo marker tumorale etiologico. Nel ’79 ha isolato il virus respiratorio sinciziale nei bambini affetti durante l’epidemia del “male oscuro” di Napoli. Attualmente è impegnato nel separare antigeni tumorali ed identificare il loro valore nell’immunoterapia. E’ stati anche Direttore di progetto del National Cancer Institute (USA)  e Senior Scientist al N.C.I. Frederick Cancer Research Center, Maryland (USA).

Primario di Virologia presso il Presidio Ospedaliero “D. Cotugno” di Napoli dal 1973, è Presidente a vita della Fondazione T. e L. de Beaumont Bonelli, per le ricerche sul cancro.

Ha ottenuto numerose onorificenze e riconoscimenti, tra cui ben 20 premi internazionali come  il Premio internazionale Lenghi dell’Accademia dei Lincei, Roma, per studi di Virologia,  la Medaglia d’Oro del Ministro della Pubblica Istruzione, il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio Nel 1998 viene nominato Man of the Year (ABI) “per le sue approfondite ricerche in campo scientifico ed il nobile esempio di studio nei confronti dei colleghi e dell’intera comunità internazionale” .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 453 volte, 1 oggi)