ASCOLI PICENO – Ai microfoni del sito web www.picenotime.it ha parlato di mercato il neo direttore sportivo biaconero Adriano Polenta, chiamato a gestire una situazione non facile per molti motivi.

CALCIOSCOMMESSE Primo fra tutti ovviamente lo scandalo recentemente scoppiato del calcioscommesse, che vede coinvolti i giocatori bianconeri Micolucci e Sommese e che rischia di creare problemi alla società bianconera sul fronte della giustizia sportiva. “Situazione brutta, che dà fastidio e condiziona il mercato di tutte le squadre, che ovviamente ora stanno alla finestra. Speriamo che tutto quello che è stato detto non sia vero e che comunque sia risolto tutto dalla giustizia” – ha affermato l’ex osservatore del Bari, squadra con la quale ha ancora un contratto che scadrà il 30 giugno.

COMPROPRIETA’ ED EQUILIBRIO FINANZIARIO Intanto però i tempi si accorciano. Entro il 24 giugno dovranno infatti risolversi le varie comproprietà. L’Ascoli ha ben 21 giocatori in questa situazione. “Abbiamo alcune opzioni che dovranno essere fatte valere entro il 21 giugno, – spiega Polenta – ma al momento le lasceremo cadere perchè alcune sono troppo onerose; poi se in seguito qualche giocatore dovesse interessare particolarmente potrebbero riaprirsi contatti e negoziazioni”. L’obiettivo è quello, sicuramente non facile, di riequilibrare l’assetto finanziario attraverso il mercato, quindi liberandosi dei contratti onerosi (“ci sono dei contratti che non sono compatibili con una media squadra di serie B”) e “sacrificando” qualche pedina preziosa, come  Giorgi e Guarna, sui quali però per il momento ci sono molte voci ma ancora nulla di concreto.

CAPITOLO SOCIETA‘- “Con o senza questa dirigenza il mio lavoro deve andare avanti. Sono al corrente di questa situazione di stand-by, con una società in cessione, ma io devo andare avanti con il mio lavoro che in questo momento tra opzioni e contropzioni va fatto al di là della proprietà. L’attuale dirigenza mi ha comunque chiesto di raggiungere, attraverso il mercato, l’equilibrio finanziario per non trovarci più nella situazione dello scorso anno e al tempo stesso di costruire una squadra competitiva”.

CASTORI RIMANE – E’ ovviamente l’altro problema da affrontare. Castori è ormai l’idolo della tifoseria. Il popolo bianconero chiede a gran voce che il tecnico venga confermato alla guida dei bianconeri anche nella prossima stagione, nonostante molte squadre di serie B abbiano puntato gli occhi su di lui dopo l’impresa ottenuta con la miracolosa salvezza. E il ds su questo punto è stato ottimista: “la situazione è ben delineata: nel contratto di Castori c’era un’opzione di rinnovo per l’anno seguente in caso di salvezza . Ora basterà trasformare questa opzione in un nuovo contratto da depositare il Lega, e credo che questo verrà fatto nei prossimi giorni”.

(Letto 274 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 274 volte, 1 oggi)