ASCOLI PICENO – Il dossier del Sole 24 Ore sulla qualità della vita, pubblicato lo scorso dicembre, ha evidenziato, purtroppo, che la provincia di Ascoli Piceno, per “spirito di iniziativa imprenditoriale” è al 107° posto (praticamente l’ultima provincia d’Italia) ma sembrerebbe proprio che qualcosa si stia modificando, afferma il direttore provinciale di Confcommercio Giorgio Fiori, a giudicare almeno dai tanti giovani che si sono rivolti all’associazione di categoria per accedere al bando sul “Prestito d’Onore” della Regione Marche che mette a disposizione finanziamenti da 25 a 50 mila euro, senza garanzie a disoccupati e inoccupati tra i 18 ed i 60 anni che intendono appunto iniziare un’attività imprenditoriale.

“I progetti finanziabili – evidenzia il direttore Confcommercio Giorgio Fiori- sono 400 ma poiché sono ancora disponibili 80 interventi facciamo appello agli ultimi ritardatari di attivarsi in merito urgentemente. Anzi – aggiunge Fiori – per quanti ne volessero sapere di più, proprio il prossimo lunedì 20 giugno avrà luogo preso il comune di Castel di Lama, con inizio alle ore 15,00 un convegno sul tema Prestito D’Onore promosso dal comune di Ascoli Piceno in collaborazione anche con la Confcommercio e che vedrà la partecipazione di illustri relatori tra cui il dottor Antonio Secchi della Regione che dettaglierà tutte le procedure da farsi rispondendo anche a qualsiasi quesito”. “La Confcommercio – conclude Fiori – è comunque un “punto informativo” ufficiale della Regione per i progetti del Prestito d’Onore per cui agli uffici della stessa Confcommercio si possono rivolgersi, tutti coloro che hanno necessità di essere assistiti, per accedere al Prestito d’Onore, nella predisposizione del circostanziato progetto e relativo business plan.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 179 volte, 1 oggi)