ASCOLI PICENO – Netta vittoria di classe e secondo posto assoluto per la Picchio P4 di Christian Merli nella cronoscalata ascolana Paolino Teodori, la cui cinquantesima edizione si è svolta nel passato week end.

4’30.27 la somma dei tempi delle due manches di gara con un netto miglioramento dalla prima alla seconda. Sono solo 2 i secondi che hanno separato Christian Merli dal primo classificato nella seconda di gara, che lo ha visto piazzarsi con un tempo di 2’14.56.

“Parlando da tifoso sono soddisfatto. Ad oggi siamo primi nella classifica del Challenge Europeo FIA; primi nella nostra classe e secondi nella classica assoluta del Campionato Italiano Velocità Montagna, con un’auto di categoria inferiore a quella del primo: il super campione Simone Faggioli” – spiega l’ingegner Francesco Di Pietrantonio, presidente della Picchio Spa – “ Comunque da tecnici non si può essere mai soddisfatti: dobbiamo ancora migliorare e ci stiamo lavorando”.

“Potevamo fare meglio, ma dovevamo sperimentare delle soluzioni nuove per cui abbiamo sacrificato consapevolmente il risultato nella prima di gara” – dice il pilota trentino Christian Merli – “ Sono contento dell’auto e del lavoro del team coordinato da Franz Tschager. Possiamo ancora migliorare e stiamo lavorando sodo”.

I RISULTATI COMPLETI Simone Faggioli su Osella-Zytek, di nuovo lui ad aggiudicarsi la cronoscalata da Colle San Marco a San Giacomo, vincendo entrambe le manches e la classifica assoluta.

Vince anche il Trofeo del Cinquantenario messo in palio da Filena Teodori, nipote dell’ideatore della gara organizzata dal Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno e dall’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo.

206 i piloti che hanno preso il via in un’edizione senza intoppi.
Faggioli ha preceduto sull’assoluta il trentino Christian Merli, (Picchio P4), ed al terzo posto il napoletano Piero Nappi sull’altra Osella-Zytek del team Faggioli.

Migliore dei marchigiani si è confermato l’ascolano Fabrizio Peroni, che ha segnato il decimo posto assoluto con il suo prototipo Lucchini-Honda. Il premio per il miglior under 25 è andato al ragusano Samuele Cassibba su Tatuus Formula Master, giunto anche ottimo sesto assoluto.

Il Trofeo Innocenzo Cenciarini per il maggior numero di presenze è stato vinto dal sambenedettese Massimo Tirabassi, mentre il Trofeo Emidio Cappelli per il più giovane al via è stato assegnato al siciliano Pietro Davide Sofia che ha gareggiato con una Ferrari F430 del Team Isolani.
Classifica assoluta 50^ Coppa Paolino Teodori: 1° Faggioli (Osella Fa30-Zytek) in 4’23’12; 2° Merli (Picchio P4) 4’30’27; 3° Nappi (Osella Fa30-Zytek) 4’31’55; 4° Camarlinghi (Osella Pa30-Zytek) 4’38’99; 5° Conticelli V. (Osella Pa30-
Zytek) 4’40’76; 6° Cassibba S. (Tatuus F. Master) 4’47’51; 7° Iaquinta (Osella Pa21S-Honda) 4’48’86; 8° Conticelli F. (Osella Pa21S-Honda) 4′ 49’00; 9° Magliona O. (Osella Pa21S-Honda) 4’49’15; 10° Peroni (Lucchini P397M-Honda) 4’50’21.

(Letto 1.136 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.136 volte, 1 oggi)