ASCOLI PICENO -Dovrebbe tornare al lavoro già da lunedì Salvatore Parolisi nella sua caserma dove è addetto all’addestramento delle volontarie dell’Esercito.  L’uomo, indagato per l’omicidio della moglie Melania Rea, ha lasciato giorni fa la casa che divideva con la donna a Folignano. E proprio nell’abitazione di Folignano sono giunti ieri anche i familiari di lei, mamma, papà e il fratello Michele. I tre si sono intrattenuti nel Piceno e oggi si sono recati a portare un fiore al Bosco delle Casermette, dove la vittima è stata trovata uccisa da trenta coltellate lo scorso 20 aprile.

Sul posto aveva messo piede in precedenza soltanto il fratello di Melania per il riconoscimento, mentre i genitori in quel terribile pomeriggio erano rimasti a Colle San Marco, dove fino a poco tempo prima avevano sperato nell’arrivo di qualche buona notizia. Anche se il padre, Gennaro, dopo due giorni di inutili ricerche sembrava già rassegnato e pronto al peggio e la mamma Vittoria alternava singhiozzi e lacrime guardando la foto della figlia. Poco dopo arrivò la notizia del tragico ritrovamento.

E dal pianoro di Colle San Marco Salvatore sostenne e tuttora continua a sostenere che Melania sia scomparsa il giorno 18 intorno alle 14.40. Una ricostruzione che non trova conferme nelle testimonianze raccolte dagli inquirenti, che quindi sull’ipotesi dell’assenza della famigliola a San Marco nella fascia oraria indicata hanno fin da subito incentrato gran parte del loro lavoro.

Quel giorno, Salvatore Parolisi è stato visto alle 15.3o assieme alla figlia Vittoria che chiedeva informazioni di Melania. I presenti in quell’ora sul posto, però, affermano anche di non aver visto nessuno dei tre nei minuti e nelle ore precedenti.

Domani, venerdì 1 luglio, con ogni probabilità il Gip del Tribunale di Ascoli Calvaresi si esprimerà sulla richiesta di Incidente Probatorio avanzata dalla difesa del caporal maggiore. Difficile che venga accolta.

Intanto c’è un particolare emerso ieri quando i genitori si sono recati nella casa dove viveva la figlia. Non hanno ritrovato alcune foto e ricordi di Melania, come lavori di ricamo e all’uncinetto, la scatola del trucco e altre cose. Il timore è che questi oggetti appaiano in qualche tramissione televisiva, come accaduto con il video del matrimonio della figlia con Salvatore. Una cassetta che probabilmente lo stesso Salvatore ha consegnato a qualche emittente, suscitando l’indignazione della famiglia Rea.

(Letto 296 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 296 volte, 1 oggi)