ASCOLI PICENO – Non è tornato in caserma oggi come previsto, Salvatore Parolisi, il caporal maggiore accusato dell’omicidio di sua moglie Melania Rea. Il militare avrebbe dovuto riprendere la sua attività al 235° battaglione Piceno di Ascoli, ma ha ottenuto una ulteriore proroga del permesso.

Intanto però la Procura di Ascoli Piceno, titolare del fascicolo delle indagini, sta portando avanti l’inchiesta e ha richiesto al Ris di Roma ulteriori approfondimenti su alcuni reperti rinvenuti nel bosco delle Casermette di Ripe di Civitella, dove è stato trovato il corpo senza vita della giovane mamma di Somma Vesuviana.

Alle nuove verifiche, che inizieranno domani, possono partecipare le parti con propri consulenti. L’11 luglio, sempre al Ris, sono in programma invece accertamenti geologici e botanici.

(Letto 258 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 258 volte, 1 oggi)