ASCOLI PICENO – In attesa del verdetto sull’iscrizione al prossimo campionato di serie B. Così stanno vivendo queste otre i tifosi. Entro al giornata di oggi la Covisoc si esprimerà sulla documentazione presentata dal’Ascoli Calcio per partecipare alla stagione 2011-2012. La società, in particolare, non ha presentato la fidejussione bancaria e con ogni probabilità entro oggi verrà esclusa dsalla serie B. Ma c’è una seconda porta di accesso al campionato di cadetteria.

Se da Corso Vittorio Emanuele verranno presentate tutte le garanzie necessarie entro il 12 luglio, allora l’iscrizione verrà garantita, anche se ci sarà da scontare nel prossimo campionato una penale di 3 punti in classifica.

In questo senso il presidente Benigni e il suo entourage si sono mostrati ottimisti: ci sarebbe un istituto bancario disposto ad aprire una linea di credito per coprire i passivi dell’Ascoli, almeno quelli necessari a mettersi in regola con l’iscrizione.

Ma secondo quanto riportato da un articolo della Gazzeta dello Sport di stamattina, al situazione non sarebbe così “rosea”. “Le difficoltà con le banche non sembrano al momento superabili – è scritto – il problema è che scade il 31 agosto prossimo la fidejussione presentata nel 2010 per l’iscrizione allo scorso campionato e con essa le relative garanzie che quindi non sono riutilizzabili fin da subito. La dirigenza bianconera ha però enormi difficoltà a mettere a disposizione delle banche altre garanzie fondi necessari e la nuova fidejussione. E’ possible quindi che la B perda una squadra”.

(Letto 1.035 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.035 volte, 1 oggi)