per visualizzare le immagini della premiazione di Bettiol, cliccare sull’icona rettangolare sulla destra in basso e attendi il caricamento dello spot pubblicitario

OFFIDA – Si apre con un bellissimo oro, l’Europeo Juniores e Under 23 di ciclismo nella cittadina picena. Giovedì nel primo pomeriggio, sotto a un gran caldo, l’azzurrino Alberto Bettiol ha conquistato il titolo della cronometro juniores percorrendo la distanza di 25 km in 35’24’19”, circa due secondi in meno del secondo arrivato, il francese Alexis Gougeard. Terzo, staccato di 9″, il russo Aleksey Rybalkin, quarto l’altro russo Roman Ivlev a 14”, poi il francese Lecuisinier a 24″ e sesto l’azzurro Davide Martinelli.

Tracciato molto impegnativo: dopo lo start da Acquaviva Picena, discesa di cinque chilometri e poi un lungo tratto pianeggiante. “Qui – dichiara Bettiol dopo l’arrivo, sconvolto dalla gioia – mi sembrava di andare pianissimo”. Infatti l’italiano ha realizzato il suo capolavoro in salita: lungo i 2,5 chilometri della ascesa “delle pietre” (la stessa che percorreranno per le gare in linea) è riuscito a riprendere e staccare ben due atleti. “Gli ultimi due chilometri ero a tutta, ho ancora i crampi alle mani a forza di tirare”.

Ma chi è Alberto Bettiol? Toscano di Castel Fiorentino, ha iniziato a correre da G1, vincendo una decina di corse all’anno tra le quali una “Coppa d’Oro”, la gara più prestigiosa della categoria allievi. Quella al campionato europeo a cronometro è stata la quarta affermazione stagionale. “Non avrei mai pensato di vincere: sono partito con la bici di scorta perché in quella da gara si era rotto il telaio. Ora l’obiettivo è il campionato del mondo, ma prima c’è la gara in linea di sabato. Sarebbe stupendo vincere una medaglia anche lì…”.

Rino De Candido, tecnico degli azzurrini, è felicissimo: “Questa vittoria mi mancava. E’ il frutto di un lavoro lungo mesi, di una pianificazione perfetta con le squadre di club, che ringrazio per la disponibilità. Anche a loro dedico questa vittoria ”.

Gli altri italiani in gara: 6° Davide Martinelli a 28”40; 21° Nicola Rossi a 1’53”26.

Venerdì si assegneranno i titoli di campione europeo a cronometro juniores donne e U23 uomini.

LA PRIMA GARA VINTA DA UNA FRANCESE Alla francese Melodie Lesueur il titolo di campionessa d’Europa under 23 cronometro. Giovedì mattina la transalpina ha conquistato il primo titolo in palio ai campionati europei.
Si è laureata campionessa d’Europa a cronometro under 23 coprendo la distanza di 25 km, da Acquaviva Picena ad Offida, in 39’15”09 alla media di km/h 38,215: ”Sono molto emozionata per questo titolo conquistato il giorno della festa nazionale, il 14 luglio – ha raccontato la vincitrice prima delle premiazioni – è il successo più importante della mia carriera. Parteciperò anche alla gara su strada cercando di fare meglio possibile”.

La medaglia d’argento è stata conquistata dalla russa Larisa Pankova con un ritardo di oltre 38” mentre sul terzo gradino del podio è salita la lituana Katazina Sosna, con un ritardo di 50”. Tutte le altre hanno fatto registrare ritardi superiori al minuto. Momenti di preoccupazione per l’atleta lituana, che dopo aver passato il traguardo ha accusato un malore dovuto al grandissimo caldo e allo sforzo. Dopo alcune veloci cure, la giovane baltica si è ripresa, come si vede dalla gallery fotografica.

Le italiane: 8° Elisa Longo Borghini a 1’09”65; 14° Susanna Zorzi a 1’44”81; 16° Valentina Carretta a 2’50”64

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.306 volte, 1 oggi)