ASCOLI PICENO – Secondo acquisto in arrivo per l’Ascoli Calcio 2011/2012. Dopo il centrocampista ungherese Zsolt Tamasi, è questione di ore per la firma di un altro centrocampista: Alessandro Sbaffo, classe ’90, di Porto Recanati. Sbaffo, centrocampista esterno, adattabile sia in un centrocampo o attacco a 3, ha caratteristiche prettamente offensive. Scuola Chievo, al quale è arrivato a 15 anni, lo scorso anno ha giocato con la maglia del Piacenza in prestito, mentre risale al marzo 2010 (Chievo-Parma 0-0) il suo esordio con la maglia clivense in serie A.

La trattativa si sta concludendo, come ha confermato lo stesso giocatore in esclusiva ai microfoni de ‘Il Bianco e il Nero’, nello speciale di ieri: “Dovrei arrivare in città al massimo entro domenicaha confermato -, e sinceramente non vedo l’ora. Conosco i tifosi e so quanto sono caldi. Il mio sogno sarebbe festeggiare un gol sotto la Sud, magari nel giorno del mio compleanno (il 27 agosto, data della prima gioranta di campionato)”. L’affare Sbaffo, però, dovrebbe arrivare in porto già nella giornata di oggi, come annunciato dallo stesso ds Adriano Polenta, sempre nella trasmissione di Radio Studio99: ” Domani (oggi, ndr) tornerò a Milano e potrebbe essere una giornata decisiva per alcuni affari. Potremo definire il tutto riguardo a Sbaffo, ma non escludo neanche di concludere l’affare Romeo, che potrebbe tornare tranquillamente ad Ascoli”.

Il direttore, poi, si è soffermato sul capitolo cessioni. “Su Giorgi il Siena ce lo ha chiesto tempo fa, così come il Padova, ma ora chi si sta muovendo con più interesse è il Novara, ovviamente in cambio di una sicura contropartita economica, oltre che tecnica”. La stessa squadra di Tesser dovrebbe essere la destinazione di un altro bianconero, Simone Pesce, ieri neanche presente al raduno: “E’ così. Stiamo concludendo l’affare per il trasferimento”. Riguardo Guarna, invece, confessa: ” Per ora non abbiamo ricevuto offerte, ma se ne arriveranno e di sostanziose, credo che nessuna società al mondo potrebbe rifiutare”. Infine su Achille Coser spiega: “Il portiere ha tre offerte: dal Frosinone, dalla Cremonese e da una terza squadra (sulla quale non si è curiosamente sbilanciato, ndr). Di serie A? Può darsi. Tutto dipende dalla scelta del giocatore”.

Tornando agli acquisti, ieri circolava voce di un possibile affare già concluso riguardante la baby promessa della primavera viola, Pietro Iemmello: “Smentisco che sia fatto. Tuttavia lui rientra tra quei 3-4 ragazzi promettenti che stiamo seguendo, come Libertazzi della Juve e Scardina della Roma”. Polenta, poi, spiega che la richiesta di Castori è stata quella di confermare più giocatori possibili dell’impresa dello scorso anno. Circola voce, dunque, di un possibile rientro di Cristiano e Calderoni, sui quali, però, il ds frena: “E’ molto difficile, soprattutto per Cristiano. Si tratta di ostacoli economici, così come per Calderoni”.

Tornando su Iemmello, prima punta dal fiuto del gol classe ’92, già Under 19 e sul quale si parla un gran bene, pare che l’Ascoli sia fortemente interessato, dati i buoni rapporti tra Pantaleo Corvino e lo stesso Polenta. L’affare potrebbe essere facilitato dalla necessità del club viola di sfoltire la primavera dei nati proprio negli anni ’91 e ’92. Il discorso, però, potrebbe riguardare anche un altro giovanissimo toscano: si tratta di Cristiano Vicini, terzino/centrocampista esterno destro, che potrebbe fare al caso dell’Ascoli, vista la sicura partenza in quel ruolo di Marcello Gazzola. In conclusione, potrebbe esserci un ritorno di fiamma del club bianconero per uno degli acquisti mancati del mercato di gennaio: Papa Waigo, tra i più legati a mister Castori. Anche lui di proprietà della Fiorentina, l’unico ostacolo è relativo, anche qui, all’ingaggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 603 volte, 1 oggi)