OFFIDA – La domenica dell’Europeo di Ciclismo under 23 e Juniores si apre con la splendida vittoria della bergamasca Rossella Ratto nella gara junior su strada.

L’azzurra ha operato un allungo al km 55 dei 69 in programma e non è mai stata impensierita dal gruppo che, chilometro dopo chilometro, ha accusato un ritardo cresciuto fino ad oltre 4 minuti, merito anche dell’azione di difesa operata dalle altre azzurre in gara.
Al secondo posto si è piazzata la belga Jessy Druyts ed al terzo l’italiana Chiara Vannucci. Il successo della squadra italiana è stato completo. Oltre a Rossella Ratto la squadra guidata da Dino Salvoldi ha piazzato anche altre tre atlete tra le prime cinque.
La cronaca:
Alle ore 9.00 in punto prendono il via 50 corridori; in programma cinque giri di circuito per un totale di km 69. La prima azione porta la firma della lettone Laizane dopo appena 10 km dalla partenza. Alla conclusione del primo giro si segnala la svedese Nessmar che accumula un vantaggio personale massimo di 1’30”. Al km 35 il gruppo raggiunge la svedese. Quindi si segnala spesso la Francia in testa a tirare. Al km 55 scatta l’italiana Dalia Muccioli che poco dopoviene raggiunta. Ma è l’azione che prepara l’attacco di Rossella Ratto che saluta il gruppo. Il vantaggio della campionessa d’Europa a cronometro aumenta pedalata dopo pedalata; a quattro chilometri dalla conclusione raggiunge i 4 minuti sul gruppo, controllato dalle altre atlete italiane. Rossella Ratto diventa così irraggiungibile.

GARA MASCHILE, VINCE UN TEDESCO L’ultimo sussulto all’Europeo 2011 di Offida lo ha offerto il tedesco Julian Kern che ha vinto la gara più attesa, quella su strada degli under 23: Kern ha messo in fila quattro
avversari con i quali era scattato all’ultimo dei dodici giri di circuito in programma. “Questa vittoria è stata una sorpresa anche per me – ha detto Kern – Sono stato convocato in extremis e non ero il capitano della squadra. Anzi, il campionato europeo è la mia prima vittoria stagionale… immaginate la mia gioia”.
Sul podio sono saliti due atleti bielorussi, Siarhei Novikau e Kanstantin Klimiankou. Quarto l’ucraino Topchankyuk, quinto l’azzurro Mattia Cattaneo. Proprio quest’ultimo ha fatto esplodere il drappello dei cinque uomini migliori, scattando a 3 chilometri dall’arrivo. Tra i migliori protagonisti della gara si è segnalato l’italiano Fabio Aru , in fuga solitaria durante
la parte centrale della corsa.
Con la gara under 23 si è conclusa la rassegna continentale. Il medagliere finale 2011 vede prima la Francia seguita dall’Italia, entrambe con tre medaglie d’oro, quindi Russia, Germania, Bielorussia, Belgio, Lussemburgo, Lituania, Norvegia, Olanda.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 629 volte, 1 oggi)