ASCOLI PICENO – Venerdì mattina: sono tutti e due sotto interrogatorio presso il tribunale di Ascoli, i due genitori del piccolo Jason, bimbo di appena due mesi scomparso in circostanze poco chiare da Folignano.
La madre, Katia Reginella, 24 anni, continua a sostenere che il piccolo sia morto a seguito di una caduta accidentale e che il piccolo cadavere si trovi nella zona di Casteltrosino. Ma la sua ricostruzione appare molto confusa e venerdì mattina davanti al sostituto procuratore Carmine Pirozzoli non sembrerebbe essersi chiarita granchè.
La donna e il marito si trovano in stato di fermo, mentre le ricerche del bimbo proseguono ormai da 48 ore senza esito.
Secondo quanto emerge, la giovane madre avrebbe vissuto dei traumi infantili e adolescenziali, che ne rendono complessa la personalità.
La donna sostiene che il marito Denny Pruscino, un operaio di 30 anni che con lei ha altri due bimbi, non c’era al momento del triste fatto relativo a Jason, e che sarebbe arrivato solo in un secondo momento sul posto.

A breve aggiornamenti

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 205 volte, 1 oggi)