ASCOLI PICENO – Sono stati portati via questa mattina dal Tribunale di Ascoli i fascicoli contenenti l’inchiesta per l’omicidio di Melania Rea: direzione Teramo. Della vicenda se ne occuperà ora la Procura abruzzese, pur se in collaborazione con quella ascolana ed in particolare con il Pm Monti.

La relazione del medico legale Adriano Tagliabracci, stabilisce che secondo l’autopsia effettuata sul corpo della donna, l’omicidio sia avvenuto nel bosco dell Casermette a Ripe di Civitella, in provincia di Teramo. Sono inoltre i tabulati telefonici e le celle agganciate dai telefonini di Melania e di Salvatore, ritenuto colpevole dell’omicidio, ad agganciare celle che fanno presupporre che i due si trovassero in quella zona nell’orario in cui si consumava il delitto.

Il Gip di Ascoli ha martedì scorso accolto al richiesta di arresto di Parolisi, dichiarando però al tempo stesso l’incompetenza territoriale. Il Gip di Teramo ha ora 20 giorni di tempo per confermare quanto decretato ad Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)