ASCOLI PICENO – Ancora nessuna traccia del piccolo Jason di due mesi e mezzo, scomparso all’incirca dai primi di Luglio. I due giovani genitori sono stati arrestati venerdì pomeriggio, dopo essere stati ascoltati separatamente dai Pm, ai quali avrebbero raccontato due versioni diverse.

La madre, Katia Reginella, 24 anni, afferma che il piccolo sia morto in seguito ad un incidente domestico e che sia stato da lei stessa lasciato nei pressi di Castel Trosino, dove proseguono senza esito le ricerche dei Carabinieri. Lunedì la giovane è stata di nuovo ascoltata dal Pm Carmine Pirozzoli e portata sul posto dai militari, ai quali ha spiegato cosa avrebbe fatto il giorno della presunta morte del bambino. In particolare, ha indicato un cassonetto in cui avrebbe gettato la culla e il corredino del bambino, dopo che questi era deceduto a seguito di una caduta accidentale.

Secondo il padre, Denny Priscino, 30 anni, invece, il bambino sarebbe vivo e nelle mani di qualcun’altro, anche se pure in questo caso le ricerche effettuate presso i familiari della coppia e i conoscenti non hanno prodotto alcunchè.

Intanto sopralluogo del Ris dei Carabinieri in casa della coppia, a Piane di Morro di Folignano. Si cercano tracce di sangue del piccolo

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 899 volte, 1 oggi)