ASCOLI PICENO – Passione e gelosia al centro di Otello, l’opera verdiana che traduce in musica il testo della tragedia in quattro atti di Shakespeare, rappresentato in Piazza del Popolo venerdì 29 luglio alle 21.30.

La scena naturale del Palazzo dei Capitani, che sfrutta anche i balconi e le finestre dell’edificio del XIII secolo dai quali si esibiscono i protagonisti, l’inserimento dell’orchestra nello spettacolo e l’apertura al pubblico delle prove danno “l’idea di uno spettacolo costruito insieme con la città, in cui il palcoscenico non esiste ma è la città ad essere valorizzata”, come sottolinea il regista Michal Znaniecki.

L’alta qualità artistica dei protagonisti, definiti dall’assessore comunale alla Cultura Davide Aliberti “figli ascolani adottivi, per tutto l’amore che hanno donato alla nostra città”, impreziosisce l’opera,“un elemento fondamentale e che abbina la sostenibilità dei costi alla qualità ed all’investimento sul futuro”, secondo il sindaco Guido Castelli.

Oltre a Cesare Catani e Raffaele Costantini, nei panni di Jago, l’antagonista di Otello, troviamo il baritono Vittorio Vitelli, che è anche direttore artistico dell’opera per la cui realizzazione non ha chiesto nulla in cambio, “la lirica è un prodotto di alto artigianato – dice – ed in questo caso esprime l’idea reale della sua richiesta e di quello su cui dobbiamo investire”. Nei panni di Otello il tenore Antonello Palombi che evidenzia l’enorme riscontro delle prove della rappresentazione che hanno catalizzato l’attenzione di cittadini e turisti di fronte ad uno spettacolo ancora senza struttura e senza costumi e ad uno scenario incredibilmente semplice ma che vede protagonisti artisti di massimi livelli.

Al centro dell’attenzione dunque non solo la lirica ed i suoi interpreti ma anche e soprattutto la città di Ascoli, incredibilmente ricca dal punto di vista culturale ed artistico non solo qualitativamente ma anche quantitativamente, in cui “ogni giorno si scoprono luoghi nuovi e bellissimi”, a detta anche del Maestro d’Orchestra Marco Guidarini.

Per info e prevendita (prezzi dai 26 ai 68 euro a seconda della categoria) rivolgersi alla Biglietteria del Teatro in Piazza del Popolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 725 volte, 1 oggi)