ASCOLI PICENO – Spunta fuori ogni giorno qualche nuovo particolare sul mistero del bambino scomparso. Ma quanto è emerso dalle ultime indiscrezioni sarebbe ancor più agghiacciante di quanto non lo sia stata finora tutta la vicenda nel suo complesso.

E cioè che il piccolo Jason possa essere stato sepolto quando era ancora vivo. “Sembrava morto” avrebbe detto, secondo quanto riportato dall’Ansa, la madre del piccolo durante gli interrogatori, spiegando cosa era successo durante l’incidente e indicando il posto dove lo avrebbe occultato. La madre quindi potrebbe averlo abbandonato quando era magari solo stordito, ma vivo.

Il piccolo Jason, figlio naturale di Katia Reginella, 24 anni, e legittimato da Denny Pruscino, 30, è scomparso dai primi di luglio. Almeno stando alle testimonianze dei vicini di casa che in quei giorni non sentivano più i vagiti del piccolo, nato due mesi prima.

La coppia aveva già avuto due figli, che vennero loro tolti per evidente incapacità di provvedere alla loro sana crescita, visto che i due piccoli avevano  riportato gravi handicap fisici in seguito a lesioni causate da incidenti domestici. Almeno questo è quanto si riuscì ad appurare all’epoca dei fatti. I due genitori furono anche ammessi a processo con l’accusa di maltrattamenti e percosse, ma l’inchiesta venne chiusa e non furono dimostrate responsabilità dirette dei genitori, a quali  però i due piccoli vennero comunque tolti per essere affidati ad altre famiglie.

Ora la nascita del terzo bimbo e, dopo appena due mesi, un altro caso a dir poco inquietante.

Secondo la ricostruzione della madre, il piccolo sarebbe morto in seguito ad un incidente domestico e seppellito a Castel Trosino, dove però le ricerche dei Carabinieri non hanno ottenuto finora alcun risultato. Molti particolari nei racconti della donna lasciano comunque perplessi gli inquirenti e inducono a ritenere non del tutto attendibili molte sue affermazioni.

Il padre, invece, sostiene che il piccolo sia vivo e sia stato affidato ad altri, probabilmente all’estero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.523 volte, 1 oggi)