NORCIA – Un Ascoli ancora con la gamba pesante e in evidente fase di rodaggio esce sconfitto dalla terza amichevole estiva contro l’Andria dell’indimenticato diabolico Pinuccio Di Meo. Allo stadio Bianconi di Norcia, davanti a circa 200 tifosi giunti dalle Marche, è 1-0 per i pugliesi, con rete di Del Core (ex Perugia e Catania) ad inizio ripresa.

Castori nel primo tempo schiera la formazione migliore: Guarna tra i pali, difesa con Bly a sinistra e Gazzola a destra, Faisca e Ciofani centrali; a centrocampo, davanti a Pederzoli, Sbaffo e Di Donato; in attacco Beretta con ai lati Margarita e Marchionni, il giovane esterno prelevato dal settore giovanile juventino. Unico assente Romeo per un leggero affaticamento muscolare. La partita vive di pochi sussulti. L’Andria, nonostante una settimana di preparazione, gioca bene e mette in difficoltà i bianconeri, tra i quali si notano Gazzola, Sbaffo e Beretta, nonostante tutti e tre siano evidentemente ancora fuori condizione. E’ lo stesso ex Milan ad impegnare Spadavecchia con dei tiri da fuori e a mettere Sbaffo, in leggero ritardo, davanti al portiere. Lo stesso centrocampista scuola Chievo si riscatta centrando il palo da fuori area.

Nella ripresa cambi a gogò: l’Andria cambia tutti, l’Ascoli quasi, rimane solo Faisca, uscito tra gli applausi negli ultimi minuti. Per Castori è l’occasione giusta per saggiare i piedi dei molti giovani in rosa e di qualche ragazzo in prova come l’esterno Bussi. Pronti via, e dopo tre minuti Del Core piazza il pallone alle spalle di Maurantonio dopo un cross da sinistra. Tuttavia, l’Ascoli è più intraprendente rispetto ai primi 45′, vivacizzato dalla voglia di mettersi in mostra dei vari Capece, Gragnoli, De Juliis, e dei nuovi Parfait e Tamasi. Dopo il 2-0 sciupato da Comini, prima è l’attaccante Moro, entrato sul finire, a sfiorare il pareggio, quindi l’ultima occasione giusta se la inventa Gragnoli che, su lancio lungo di Parfait, sorprende il portiere in uscita con un pallonetto al volo uscito fuori di poco.

Tutto sotto controllo, come dirà anche il mister a fine partita. Il risultato non è quello che conta, l’importante in questo periodo di gambe pesanti è solo trovare le prime intese tra reparti e giocatori nuovi. Dopo questa prima fase in Umbria, i giocatori avranno due giorni liberi, poi alle 17 di lunedì scatterà la seconda fase di preparazione al centro sportivo Città di Ascoli.

ASCOLI: Guarna (Maurantonio-Pirozzi); Gazzola (Scognamiglio), Ciofani (Santarelli), Faisca (Moro), Bly(Pasqalini); Sbaffo (De Juliis), Pederzoli (Capece), Di Donato (Tamasi); Marchionni (Parfait), Beretta (Gragnoli), Margarita (Bussi). All: Castori

ANDRIA: Spadavecchia (Sanzonna); Fazio (De Giorgi), Contessa (Pierotti), Evangelisti (Arini), Mucciante (Zaffagnini), Cipriani (La Rosa), Comini, Paolucci (Frezza), Gambino (La Capra), Berretti (Del Core) Minesso (Capretta). All: Di Meo

Arbitro: Verdenelli

Rete: Del Core al 3′ st

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 267 volte, 1 oggi)