ASCOLI PICENO – Rock e protesta ieri sera nell’ Up Patriots to Arms, tour estivo del cantautore e regista italiano Franco Battiato, che con la band più un quartetto d’archi, ripercorre pezzi più significativi della sua carriera, “riproponendoli in chiave più rockeggiante” come riferito dall’artista stesso poco prima di salire sul palco. “E’ la mia terza volta ad Ascoli, dopo il ’92 e  il 2007”, (ma probabilmente ci sono altre esibizioni che risalgono agli anni ’70 e ’80, ndr), “Mi piace esibirmi in scenari belli come questo”, afferma ancora Battiato. Poi fuoco alle polveri con il celeberrimo pezzo che dà titolo al tour e che ha da subito infiammato una Piazza del Popolo gremita. Un lungo viaggio nei quarant’anni di carriera attraverso pezzi vecchi e nuovi. Un arrangiamento più ritmico della straordinaria La cura, poi Auto da féSummer on a solitary beachInneres augeShock in my townLa ballata del potere. E ancora le “intime” esecuzioni di capolavori raccolti in “Fleurs”, come L’addio, J’Entends Siffler Le Train, La canzone dei vecchi amanti, poi ancora indietro con la struggente Prospettiva Nevski e la sempre verde “L’era del cinghiale bianco“.

Due ore di concerto in cui la platea, di vecchia e nuova generazione, ha cantato classici come Centro di gravità permanente (con la quale è stato chiuso il concerto), ha ballato in massa sotto il palco Voglio vederti danzare e Cuccurucucu, si è accesa in interminabili applausi sulle note di Povera Patria “Schiacciata dagli abusi del potere di gente infame, che non sa cos’è il pudore..”  ed infine ha sorriso alle battute ed agli aneddoti raccontati dall’artista siculo, come quello in cui una presentatrice televisiva citando il testo di La Cura ha parlato di “campi di tennis” anziché “del Tennessee”.

Ha aperto il concerto la cantautrice italiana Nathalie, nome d’arte di Natalia Beatrice Giannitrapani, vincitrice della quarta edizione del talent show X Factor dopo diverse esperienze musicali da solista e con il gruppo Damage Done, personalmente scelta da Battiato, così come la collaborazione in passato con Alice, con cui ha partecipato nel 1984 all’Eurofestival a Lussemburgo con I treni di Tozeur, al terzo posto nella hit-parade italiana, “Avevamo accolto con orrore l’invito a presentarci all’Eurofestival – ha ricordato Battiato nel corso della serata – in seguito alle pressioni della Rai alla nostra casa discografica Emi, e quasi a fine gara eravamo tra gli ultimi posti, poi alla fine siamo saliti al quinto posto grazie al voto di paesi come Svezia, Danimarca e Groenlandia, che neanche ci conoscevano”.

In uno degli hotel del centro storico – si vocifera abbia cambiato struttura perché la stanza riservatagli precedentemente non era abbastanza luminosa – un Battiato in gran forma risponde con garbo alle nostre domande.

Ѐ la meditazione che le da la carica per stare sul palco ed appassionare il suo pubblico, giovani inclusi?

Quella sicuramente, la faccio dal ’70, e non ho altri metodi per ricaricarmi. Che trasmetto ancora entusiasmo ai giovani è vero, lo trovo strano anche io e non me lo so spiegare ma è dappertutto così.

La sua musica è per tutti?

Non è né per pochi né per tutti.. è per una via di mezzo, mentre i miei film sono senz’altro per pochi, tengo a sottolinearlo. Il fatto è che la gente è chiusa mentalmente, il problema è quello, non è che c’entri tanto la cultura, bisogna avere una predisposizione ad avere qualcosa per arricchirsi perché se si va lì con un preconcetto, che si vuol sapere solo quello che già si sa, allora è meglio starsene a casa.

Ha qualcosa in programma attualmente?

Un nuovo film che spero di fare entro un anno, se arrivano i finanziamenti, su Georg Friedrich Händel (tedesco ma naturalizzato inglese, tra i più grandi musicisti del barocco).

Come può cambiare l’Italia, ammesso possa farlo?

Dobbiamo aspettare mutazioni genetiche, non è facile, c’è malcostume. Suggerimenti non ne ho perché manca una classe dirigente, mancano politici con una correttezza che non hanno quindi non si scappa..

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.733 volte, 1 oggi)