ASCOLI PICENO – E’ imminente ed amara la reazione dell’Ascoli Calcio in seguito alla richiesta di penalizzazione di sei punti da scontare nel prossimo campionato di Serie B avanzata nel pomeriggio di mercoledì dal procuratore federale Stefano Palazzi.

“L’Ascoli Calcio 1898 S.p.A. – si legge in un comunicato ufficiale – ritiene assolutamente errate ed ingiuste le richieste avanzate dalla Procura Federale, non sostenute, peraltro, da un chiaro criterio di applicazione”. Il club bianconero è stato inoltre chiamato a pagare un’ammenda di 90 mila euro: ” Si tratta di sanzioni assolutamente sproporzionate ed illogiche rispetto alle altre sanzioni già applicate in sede di patteggiamento. La Società confida, quindi, che la Commissione con equilibrio e competenza disattenda completamente tali richieste”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 579 volte, 1 oggi)