ASCOLI PICENO – L’evento organizzato dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Ascoli proprio non è andato giù ad alcune associazioni locali a favore degli animali. Wild Ascoli, questo il titolo della manifestazione, si è svolta dal 5 al 7 luglio al giardino Colucci ed ha visto l’esposizione di oltre 150 animali di diverse specie provenienti da ogni parte del mondo. Le giornate sono state accompagnate anche da intrattenimenti musicali e gastronomia. Madrina della manifestazione niente meno che Maria Grazia Cucinotta.

La protesta delle associazioni si è concretizzata nella distribuzione ai passanti di alcuni volantini, coi quali si denunciava il trattamento degli animali destinati all’esposizione e più in generale l’organizzazione dell’intera manifestazione.

“Oltre ad essere una cosa di cattivo gusto – spiegano alcuni – non si possono costringere tutti quegli animali a subire per ore musica assordante, a starsene legati a dei trespoli senza possibilità di potersi muovere o a stare chiusi in gabbia in quel modo. E’ un maltrattamento senza senso. Inoltre ricordiamo che la maggior parte degli animali che vengono prelevati dai loro habitat per essere portati nei nostri paesi ed essere destinati alle esposizioni muore durante il tragitto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 440 volte, 1 oggi)