ASCOLI PICENO – Inarrestabile, Porta Solestà vince la Quintana d’agosto ed è la 22esima vittoria del sestiere con il cavaliere Luca Innocenzi di Foligno, al quarto successo consecutivo.

Innocenzi ha conquistato il palio disegnato dall’artista Floriano Ippoliti, vincendo con 1.942 punti in sella al purosangue inglese di 8 anni Dorilas.

La classifica finale ha visto classificarsi al secondo posto Andrea Leonardi di Narni con 1.824 punti che ha corso per Porta Maggiore; terzo il cavaliere di Foligno Gubbini di Porta Tufilla con 1.304, quarto Luca Veneri di Arezzo con 1.140 punti per la Piazzarola, infine gli ascolani Emanuele Capriotti per Porta Romana con 484 punti e Luigi Ripani di Sant’Emidio che ha chiuso a zero punti a causa della caduta al termine della prima tornata e rinunciato alle altre due.

Una giostra nefasta per gli infortuni avvenuti, grave ma curabile quello al purosangue inglese Eevee di Massimo Gubbini di Porta Tufilla, folignate anche lui. L’animale è stato portato via dalla pista con l’ambulanza veterinaria al termine della terza e decisiva tornata. Un infortunio, meno grave, è occorso alla prima tornata anche al cavallo di Porta Romana Ripanera.

Lentamente il corteo si ricompone, vinti e vincitori hanno consumato il rito della Quintana nell’atmosfera più festosa. Si assapora uscendo dello Squarcia dopo la torrida giornata e guardando il corteo dei 1500 figuranti nei ricchi costumi impeccabili di velluto e broccato che Ascoli rivive la sua medievalità nell’assoluta regalità.

Come ogni edizione si scoprono i volti delle belle Dame dei sestieri che hanno il privilegio di indossare i preziosi abiti: per Porta Solestà in delicato velluto celeste la Dama Marika Vavolizza, per la Piazzarola Cinzia Maestri nell’abito in velluto nero e beige con perle, Porta Tufilla Maria Stella Origlia, Porta Maggiore Claudia Tartarulli in velluto nero e lungo mantello, Porta Romana Rita Spalvieri (moglie di Roberto Bocchino allenatore) in broccato verde e tempestato di perle con rifiniture in pelliccia, Sant’Emidio Roberta Gabrielli nell’abito damascato verde e oro e particolare ventaglio alla mano.
Quest’anno Sant’Orsola e stata la delicata Maria Paola Martellini e la Maddalena l’ha rappresentata Monica Riva protagonista del Grande Fratello 9.

L’inno di Mameli ha aperto i giochi allo Squarcia, ad interpretarlo il tenore Roberto Cruciani. L’ormai storico Luigi Morganti è tornato ad essere il coreografo della Quintana di Ascoli. Dopo il fraintendimento con il sindaco, nonchè presidente dell’Ente Quintana, Guido Castelli, a seguito di alcune dichiarazioni di Morganti, nell’edizione di luglio c’è stato un incontro chiarificatore con la conseguente decisione di restituire l’incarico di coreografo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.417 volte, 1 oggi)