ASCOLI PICENO – Dopo l’incontro degli Ap Ultras di martedì al campo d’allenamento con mister e squadra, ecco la voce di un altro gruppo del tifo organizzato dell’Ascoli, la Curva Sud Rozzi, che, tramite un comunicato giunto in redazione, fa capire la sua posizione in materia di caro biglietti.

“Abbiamo deciso di continuare la nostra linea di coerenza evitando di sottoscrivere la tessera del tifoso e di conseguenza l’abbonamento. Tuttavia ci pare assurdo che i prezzi degli abbonamenti di curva siano più che quadruplicati rispetto allo scorso anno, e risultino essere i più alti della serie B, mentre i biglietti toccano prezzi improponibili: vengono eliminati i ridotti in curva e le riduzioni per gli invalidi, i pensionati e le donne. Tutto ciò ci fa sbarrare gli occhi soprattutto perchè la società doveva riconquistare l’affetto di una città e di un territorio martoriato dalla crisi economica, e demoralizzato dalla situazione societaria che farà partire l’Ascoli con ulteriori punti di penalità”.

“La famiglia Benigni – prosegue il comunicato – si è arroccata sulle proprie posizioni e ha manifestato quindi il chiaro intento di isolare chi la contesta dentro e fuori il campo con manifestazioni e cori. Noi non ci stiamo e continueremo a far sentire la nostra voce!

Non entreremo allo stadio. L’appuntamento è per Sabato alle 18 presso il caffè Del Duca! Seguiremo l’evolversi della situazione e decideremo di partita in partita come comportarci in futuro.
Curva Sud Rozzi”.

Intanto, a seguito dell’incontro di martedì, la società starebbe pensando di ritoccare al ribasso i prezzi dei biglietti, ovviamente dalla gara con il Vicenza. Nelle prossime ore la decisione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 470 volte, 1 oggi)