OFFIDA – Dopo il grande successo della serata inaugurale con “Le quattro stagioni” di Vivaldi, l’Offida Opera Festival prosegue con tanti altri appuntamenti. Oltre ai vari “laboratori lirici per il debutto all’opera” che si tengono tutti i giorni al teatro “Serpente Aureo”, da non perdere la mostra “Verdi e la sua patria” allestita presso le sale del civico museo dal “club dei 27” di Parma in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

La mostra è visitabile tutti i giorni, fino a domenica 11 settembre, dalle ore 10 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19. Mercoledì 7 settembre, ore 21. Al “Serpente aureo” è il momento dell’invito all’opera con “L’elisir d’amore”; presentazione, curiosità e filmato dell’Opera integrale di Gaetano Donizetti (ingresso libero). Serata speciale venerdì 9 settembre, ore 21, nell’enoteca regionale delle Marche “Vinea” per il concerto lirico “musica e sapori” con la degustazione di vini e prodotti tipici locali.

Durante il concerto verrà assegnato il premio “Una vita per la musica” al maestro Renato Cazzaniga, tenore solista alla Scala di Milano e in altri importanti teatri del mondo. Ingresso, 15 euro. Il festival avrà la sua serata clou, sabato 10, al teatro “Serpente aureo” con la rappresentazione integrale “Il barbiere di Siviglia” di Giuseppe Rossini per la direzione del maestro Maurizio Petrolo.

Si chiuderà domenica 11 settembre, ore 21, al teatro “Serpente aureo” con il “Gran galà d’opera”, pagine scelte da Madama Butterfly di Giacomo Puccini e la Rita di Gaetano Donizetti, rappresentate in forma scenica. Regia di Giovanna Muller, scene e costumi di Annibale Biocca. Informazioni presso museo di Offida, via Roma 17, tel. 0736-888609.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 300 volte, 1 oggi)