Tvp Italia. C’è stato giovedì sera presso villa Nicolai a Centobuchi un Gran Galà per presentare il palinsesto dell’emittente sambenedettese per il prossimo autunno-inverno. Molto gradita dagli invitati è stata l’organizzazione quasi perfetta; chiaro segnale che Bachisio Ledda, il nuovo patron, bada anche ai minimi particolari. Una bellissima serata, appunto, nella quale è stata esaltata la ricchezza della programmazione che è paragonabile e all’altezza di emittenti sulla piazza da tantissimi anni.
Un pregio che però ha un limite costituito dalla copertura del territorio perché tanto impegno e investimento di persone e cose necessita e merita una platea potenzialmente più grande. Cosa che, da esperto imprenditore, Ledda sa e per questo motivo ha annunciato, durante la festa, l’acquisto di un’altra “antenna” (non mi viene il nome giusto) per far arrivare i propri volti anche nel teramano.
L’uomo che proprio ieri ha ottenuto la possibilità di aprire siti per effettuale servizi di pagamento, dopo essere stato un pioniere in materia di servizi postali con l’avvento della privatizzazione, è in grado di rimediare ad eventuali ostacoli che potrebbe trovare in un mondo così infido e volubile come quello dell’editoria.
Un complimento a parte lo merita la madrina della serata, Gloria Caioni, che sta facendo passi da gigante verso la definitiva consacrazione come presentatrice ma anche con compiti manageriali che sono già evidenti nel suo dna.
Durante la serata ho rivisto un ex calciatore della Samb che non vedevo da quando militava in rossoblu: Paolo De Matteis, attualmente Team manager dell’Ascoli Calcio. Gli ho ricordato un suo storico gol a Palermo mentre lui, dopo avermi riconosciuto (non è stato facile!) mi ha detto: sei la metà dei “fratelli sedici”. Così io e mio fratello Pino (i due Perotti) venivano soprannominati dai calciatori rossoblu. Una curiosità che mi ha fatto piacere sentirgli dire dopo oltre vent’anni che non ci vedevamo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 256 volte, 1 oggi)